Dai furti in gioielleria allo spaccio,
oltre 5mila indagini dell’Arma

I CARABINIERI si sono occupati dell'85% dei reati commessi in provincia. Tra questi anche il sequestro del turista inglese, i maltrattamenti ad una alunna a Tolentino, una estorsione di 120mila euro. Ecco i casi principali negli ultimi 12 mesi
- caricamento letture
Iacoboni_FestaCarabinieri_FF-21-650x434

Carabinieri premiati oggi

I carabinieri tra il primo giugno del 2021 e il 31 maggio del 2022 hanno indagato su 5.853 reati, ne hanno scoperti circa un terzo: 1.601 (il 27%) con 129 arresti e 1.869 denunce. I militari si sono occupati dell’85% dei reati commessi in provincia, tra cui: l’89% dei furti, il 57% delle rapine, il 97% delle estorsioni, il 93% delle truffe, il 54% dei reati inerenti gli stupefacenti. Particolarmente significativa è stata l’attività delle Stazioni carabinieri che nel periodo hanno denunciato 1.553 persone, effettuato 75 arresti, perseguito 5.628 reati di cui 1.435 scoperti.

Candido_FestaCarabinieri_FF-16-650x434

Il colonnello Nicola Candido

Particolare attenzione al contrasto della violenza di genere. I carabinieri in un anno hanno accertato 110 casi, di cui 67 maltrattamenti in famiglia, 27 stalking, 16 violenze sessuali, reati commessi prevalentemente nei confronti di donne (compagne, mogli o fidanzate), spesso costrette a subire comportamenti violenti e vessatori da parte dei partner. 105 le denunce, 6 gli arresti, 9 le misure di allontanamento o del divieto di avvicinamento.

Inoltre l’attività del comando provinciale è stata anche diretta a stanare i “furbetti del reddito di cittadinanza”. In merito, l’attività di contrasto ha portato a 50 denunce per indebita percezione del reddito di cittadinanza.

Tra le operazioni principali dei carabinieri in provincia ci sono stati due arresti il 19 settembre dello scorso anno a Civitanova. I militari della Compagnia di Civitanova, dopo una serie di indagini su di una rapina in un bar tabaccheria di Montelupone e due tentate rapine a Montecosaro e a un supermercato di Potenza Picena, hanno individuato i presunti responsabili e li ha arrestati.

Barbieri_Ierardi_FestaCarabinieri_FF-30-650x434Tra le operazioni l’indagine sul sequestro del turista inglese, liberato il 13 ottobre del 2021 a Monte San Giungo con 4 arresti.

Il 30 ottobre 2021 a Civitanova, c’è stato l’arresto di uno straniero per spaccio di stupefacenti, perché nel corso di un controllo è risultato in possesso di 20 grammi di cocaina, mentre a seguito di perquisizione domiciliare sono stati trovati 195 grammi di cocaina. Il 2 novembre, a seguito di ulteriori approfondimenti investigativi, è stato trovato 1 chili di hashish nascosti in un casolare che era nella disponibilità dell’arrestato.

Il 15 novembre a Civitanova arrestato uno straniero per spaccio di stupefacenti: a seguito di perquisizione risultava detenere 172,6 grammi di cocaina, rinvenuti nell’auto dell’uomo e ulteriori 5 grammi di cocaina e 1 chilo di hashish.

FestaCarabinieri_FF-13-650x434

Il capitano Massimo Amicucci, comandante della Compagnia di Civitanova

Tredici le denunce da parte del Nucleo investigativo di Macerata nel novembre 2021 per persone, tutti di origine bosniaca, ritenute parte di un sodalizio che compiva furti, in particolare ai danni di gioiellerie. Avrebbero agito in diverse province (Pesaro, Macerata, Fermo, Ascoli, Teramo, Chieti, Pescara, Bari, Brindisi e Taranto). Nei loro confronti sono stati raccolti inconfutabili elementi di prova tali da attribuire loro, a vario titolo, la responsabilità in ordine alla commissione di 32 reati contro il patrimonio (furti, ricettazione e riciclaggio), per un valore complessivo della merce asportata di 1,2 milioni di euro. Nel corso delle indagini i carabinieri hanno recuperato anche refurtiva (20.500 euro circa) di un furto commesso nel settembre 2020 ai danni di una gioielleria di San Benedetto, restituita al legittimo proprietario.

Il primo dicembre 2021 a Macerata, personale del Nucleo Investigativo, a conclusione di una articolata indagine, svolta tra agosto e novembre 2021, ha denunciato due persone, appartenenti ad un sodalizio criminale specializzato nella commissione di reati contro il patrimonio e contro l’amministrazione della giustizia (furto, ricettazione, possesso ingiustificato di arnesi da scasso, favoreggiamento e simulazione di reato).

FestaCarabinieri_FF-32-650x434L’11 dicembre 2021 il Nucleo investigativo di Macerata e del Nor di Macerata, hanno arrestato due persone per estorsione. L’operazione si è svolta nel nostro capoluogo e a San Giorgio a Cremano in provincia di Napoli. Secondo gli inquirenti avrebbero estorto alla vittima 120mila euro. L’8 gennaio del 2022, a Montecassiano, è stato arrestato un ristoratore per spaccio di stupefacenti. Nel corso di una perquisizione erano stati trovati 104 chili di marijuana e 22 grammi di hashish.

Il 31 gennaio scorso ad Appignano c’è stato un arresto per spaccio di stupefacenti, con il rinvenimento di quasi 3 chili di marijuana.

Tredici le denunce, nel febbraio scorso, per persone che vivono in un campo rom a Foggia per furto aggravato continuato, incendio, falsità ideologica, ricettazione, ritenuti responsabili di tre distinti furti in gioielleria, commessi a Tolentino, San Vito dei Normanni e Rovigo, e di un incendio di auto a Morrovalle.

FestaCarabinieri_FF-8-650x434Il 4 marzo e il 16 maggio successivi personale della Compagnia di Tolentino dava esecuzione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora – emessa dal Gip del Tribunale di Macerata nei confronti di 2 persone domiciliate nel campo nomadi di Foggia. Sempre a febbraio scorso c’è stato l’arresto da parte del Nucleo Investigativo, di un imprenditore agricolo per spaccio di sostanze stupefacenti. In casa aveva circa 900 grammi di hashish, 200 grammi di marijuana, 10 grammi di cocaina. Il 24 febbraio a Perugia i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Tolentino e Camerino con i colleghi di Pioraco e San Ginesio hanno arrestato due marocchini per furto in abitazione, tentata rapina, tentato furto aggravato. Reati commessi nel Maceratese nel dicembre 2021 e gennaio 2022. Altre operazioni contro lo spaccio a Civitanova con un arresto e il sequestro di 3 chili di marijuana (a operare i carabinieri della Compagnia di Camerino. Infine ci sono gli arresti dell’insegnante e della assistente per presunti maltrattamenti a un’alunna a Tolentino (l’operazione risale al 9 maggio).

 

Festa per i 208 anni dell’Arma «Presenti fin nel più piccolo comune» Premi per le indagini su Rosina (Foto)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =