«Ex fornace Smorlesi aggiudicata all’asta,
disponibili ad incontrare il nuovo proprietario»

MONTECASSIANO - Il sindaco Catena: «Il commissario liquidatore non ci aveva comunicato nulla, è lui uno dei destinatari dei provvedimenti per i quali talvolta il Comune si è dovuto sostituire come negli interventi di bonifica e monitoraggio ambientale»
- caricamento letture

 

fornace-smorlesi-4-325x177

L’ex fornace Smorlesi

 

L’ex fornace Smorlesi, a Vallecascia di Montecassiano, è stata aggiudicata all’asta. Ieri mattina il tribunale ha aggiudicato all’unico offerente la struttura per 100mila euro e la casa del custode per 25mila euro. A gennaio, l’asta con prezzo base 375mila euro era andata deserta. Il primo cittadino, Leonardo Catena, spiega che l’assessore all’ambiente Barbara Vecchi ha contattato il commissario liquidatore che «non ci aveva comunicato nulla – dice – . Sono in corso procedimenti di tipo amministrativo, civilistico e penale, ma negli ultimi mesi, anche da parte del commissario, non abbiamo ricevuto un costante aggiornamento: è lui uno dei destinatari dei provvedimenti per i quali talvolta il Comune si è dovuto sostituire come negli interventi di bonifica e monitoraggio ambientale».

PD_LeonardoCatena_FF-13-325x217

Leonardo Catena

L’auspicio del sindaco è quello di poter collaborare con il nuovo proprietario. «Riteniamo che l’acquisizione sia un passaggio positivo – ammette Catena – e speriamo sia anche una buona occasione per vedere presto riqualificata tutta l’area. Siamo disponibili ad incontrare il nuovo proprietario e a ragionare insieme dal punto di vista urbanistico. Ascolteremo la sua intenzione valutando la compatibilità con le nostre previsioni urbanistiche e con il resto del territorio, affinché non ci siano disagi alla popolazione. Con una variante adottata nei mesi scorsi – ricorda – , abbiamo previsto che non si possano più insediare industrie insalubri in quell’area».

Dopo queste precisazioni, il sindaco non le manda a dire ai componenti del comitato Voce libera Montecassiano: «E’ composto da tre persone e fortemente politicizzato come dimostra il fatto che il vicepresidente è marito di una consigliera comunale di minoranza – sottolinea Catena -, non solo non ha contributo ad alcun risultato positivo ma ha fatto solo azione di “terrorismo psicologico” creando allarmismo nella popolazione. L’unico contributo del Comitato è stata l’approssimazione con cui ha trattato una questione delicata e la confusione che ha alimentato, qualcosa di cui non andare certo fieri. L’Amministrazione ha tenuto la barra dritta e fatto le scelte opportune in ogni momento. Oggi se si aprono nuovi scenari è solo grazie al nostro impegno e alla serietà con cui ci siamo occupati dell’ex fornace Smorlesi».

«Niente più attività insalubri nell’area dell’ex Fornace Smorlesi»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =