Pieno di emozioni al Vaccaj,
la protagonista ringrazia:
«Vedervi è un segno di vita»

TOLENTINO - Mariangela D’Abbraccio, emozionata in proscenio al fianco di Daniele Pecci e di tutto il cast di “Un tram che si chiama desiderio” diretto da Pier Luigi Pizzi, si è rivolta alla sala al termine della rappresentazione
- caricamento letture

 

DAbbraccio-Pecci-4-325x216

Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci

 

Il silenzio attento e carico di emozione per oltre due ore di grande teatro, gli applausi scroscianti al termine, le parole toccanti rivolte al pubblico da parte di Mariangela D’Abbraccio, emozionata in proscenio al fianco di Daniele Pecci e di tutto il cast (“grazie di venire a teatro, è un’emozione vedervi tutti, un segno di vita”) e un liberatorio “w il teatro” partito dalla sala: è questo il racconto dell’esclusiva regionale a Tolentino di “Un tram che si chiama desiderio”, dramma di Tennessee Williams diretto da un grande maestro come Pier Luigi Pizzi, che ha aperto la seconda parte della stagione teatrale del teatro Vaccaj.

TeatroVaccaj

Il teatro Vaccaj

Per gli spettacoli in programma da gennaio a maggio, gli organizzatori della stagione – Comune di Tolentino, Compagnia della Rancia e Amat – hanno riproposto con successo la formula degli abbonamenti, che hanno visto 263 sottoscrizioni e, insieme allo sbigliettamento al botteghino e on line, ha offerto lo “spettacolo nello spettacolo” di un teatro gremito in ogni ordine. «Il pubblico del Vaccaj ancora una volta guarda avanti con fiducia, senso di responsabilità e rispetto di tutte le normative e rappresenta un esempio virtuoso di come non rinunciare ad arte e cultura anche in questo periodo. – dichiara la direzione di Compagnia della Rancia – Il Teatro Vaccaj si conferma punto di riferimento per Tolentino e per un intero territorio: sono aumentati, infatti, gli spettatori che provengono anche da altri comuni e la richiesta è già elevata anche per i prossimi spettacoli in cartellone». «Sono molto soddisfatta e felice del successo della campagna abbonamenti, sintomo di una gran voglia di normalità da parte del pubblico – le parole di Silvia Tatò, Assessore alla Cultura del Comune di Tolentino – . Abbiamo iniziato la stagione invernale con un classico del teatro sempre attuale e sempre potente nei messaggi ed emozioni che trasmette. Tutti gli attori, sia protagonisti che non, sono stati eccellenti, ma un plauso particolare va a Mariangela D’abbraccio la cui straordinaria bravura ha emozionato e reso appieno la bellezza di un testo intramontabile. Ringrazio la Compagnia della Rancia con la quale con coraggio e determinazione stiamo portando avanti un percorso culturale per nulla scontato in questo periodo».
A conferma di un percorso ormai consolidato ed apprezzato, prosegue il progetto “Voci dal Teatro” che vede coinvolti alcuni studenti dell’Iis F. Filelfo in un percorso di avvicinamento al linguaggio teatrale, che consente loro di accrescere il proprio bagaglio personale e culturale ed esprimere il personale punto di vista con professionalità e sensibilità. Sono in vendita i biglietti dei prossimi appuntamenti (18 febbraio “L’attimo fuggente”, 11 marzo “Bartleby lo scrivano”, 6-7-8 maggio “Una volta nella vita”) on line su vivaticket.com, nelle biglietterie del circuito Amat/Vivaticket e al botteghino del teatro, nei giorni di apertura. Info: www.teatrovaccaj.itinfo@teatrovaccaj.it – tel .0733 960059 opz.3 (lun-ven 10-13/15/18)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni = 1