Espulso per 10 anni
dopo la condanna per rapina:
rientra e finisce in manette

POTENZA PICENA - L'uomo Xheta Daci, 31 anni, era stato arrestato nel 2012, poi il processo e la decisione di convertire quello che gli rimaneva da scontare nell'espulsione. Oggi si è svolta la convalida. L'uomo è tornato libero
- caricamento letture
mirela-mulaj

L’avvocato Mirela Mulaj

 

Rientra in Italia nonostante l’espulsione della durata di 10 anni: arrestato Xheta Daci, 31 anni, albanese. L’uomo nel 2012 era finito in manette per una rapina compiuta a Monte San Giusto. In seguito c’era stata una condanna che l’uomo stava scontando e quando mancava circa un mese al termine della pena ha chiesto di convertire la detenzione con l’espulsione dall’Italia (questo nel febbraio 2017). In base a ciò non poteva rientrare per dieci anni. Invece ieri i carabinieri lo hanno fermato a Potenza Picena e arrestato per essere rientrato in Italia prima di quanto gli era stato prescritto.

carabinieri-cc-archivio-arkiv-civitanova-FDM-7-325x217Oggi si è svolta l’udienza di convalida davanti al giudice Daniela Bellesi del tribunale di Macerata. L’uomo, assistito dall’avvocato Mirela Mulaj, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il giudice ha deciso di non applicare nessuna misura cautelare e Daci è tornato libero. Il pm aveva chiesto i domiciliari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =