Positivo il sindaco Gentili:
«Grazie alla terza dose
ho solo un po’ di raffreddore»

MONTE SAN GIUSTO - Il primo cittadino è stato contagiato: «Mi sono chiuso in camera e ora sto facendo l'isolamento a casa. Invito tutti a vaccinarsi: un conto è avere una protezione e un altro non averla»
- caricamento letture

 

CameraCommercio_MonteSanGiusto_AndreaGentili_FF-2-325x327

Andrea Gentili, sindaco di Monte San Giusto

 

«Pit stop. Dopo la positività di un contatto stretto, mi sono sottoposto immediatamente ad un tampone molecolare ed è risultato positivo. Attualmente non ho nessun sintomo e qualche giorno lavorerò da casa. #vacciniamoci». Il sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili è positivo al Covid e lo fa sapere tramite il proprio profilo social. Poi, a Cronache Maceratesi, racconta come sono andate le cose in questi ultimi giorni. «Sono stato a contatto diretto con un positivo e per precauzione mercoledì ho fatto il tampone molecolare, altrimenti sarei andato in giro positivo senza saperlo. Scoperta la positività, mi sono chiuso in camera e ora sto facendo questo isolamento a casa. Per ora ho non ho particolari sintomi, solo un po’ di raffreddore ma come capita di prenderlo durante l’anno. Credo che giovedì farò il prossimo tampone, la quarantena dovrebbe durare sette giorni – aggiunge il primo cittadino -. Al momento lavoro da casa con computer e telefono, fortuna la tecnologia che ci aiuta. La giunta, il vice sindaco e gli assessori, sono in grado di andare avanti da soli, faremo qualche riunione su zoom».

Il sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili proprio il 30 dicembre ha fatto anche la terza dose. «Sono orgoglioso di dirlo, anche perché, come dicono i medici, la terza dose mi ha aiutato in questa fase, ci sono persone che con la seconda hanno sintomi più forti. Al secondo giorno non riscontro sintomi. Fra qualche giorno vedremo anche meglio, ma per adesso posso dire di averlo preso in una forma leggera. Per questo invito tutti a vaccinarsi – dice Gentili -. Ci sono persone che hanno il Covid come un’influenza di stagione, ma ad altri che non hanno fatto nemmeno una dose e purtroppo sono ancora nelle rianimazioni e nelle semintensive. La differenza c’è: un conto è avere una protezione e un conto non averla. Mi rivolgo soprattutto agli scettici, a coloro che hanno paura. Questa si supera non ascoltando o cercando su Internet, ma parlando con il medico di base o con il pediatra. Io mi fido della medicina e della scienza, mi confronto con il dottore. Il mio è un consiglio, poi ognuno è libero di fare quello che vuole, ma la situazione è delicata».

Il primo cittadino non manca di ringraziare tutti coloro che a Monte San Giusto si sono adoperati per la comunità durante la pandemia. «Un grazie ai medici di medicina di base e alle farmacie, Gentili e Comunale, e alla Croce Verde, che stanno supportando i cittadini da due anni a questa parte tramite la consegna dei medicinali, le bombole d’ossigeno, la spesa e i vari servizi alla popolazione, oltre ai tamponi». In ultimo, Gentili esprime la propria vicinanza alla magistratura e alla polizia per l’indagine sui green pass falsi. «È un segnale importante perché ci sono persone che hanno deciso di prendere una scorciatoia e che fino ad oggi sono andate in giro non avendo la copertura del vaccino. È una cosa grave, qui si parla di salute. Nella nostra società ci sono ancora i furbetti: il segnale più brutto che si possa dare. Pensate i danni che potevano fare. Sono sicuro che l’indagine andrà avanti. Esprimo solidarietà alla magistratura e alla polizia di stato per quest’indagine molto delicata, in piena pandemia».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X