L’atletica dedica un memorial
ad Alessio Giovannini

PIEVE TORINA - Il 16 gennaio al Palaindoor di Ancona il ricordo del giornalista morto a 40 anni nel 2019. Per un decennio è stato un punto di riferimento dell’area comunicazione della Fidal. A lui è già intitolata la sala stampa dell'impianto anconetano
- caricamento letture
alessio-giovannini

Alessio Giovannini

 

Un memorial dedicato ad Alessio Giovannini, il giornalista originario di Pieve Torina morto nel 2019 (aveva 40 anni). A tre anni esatti dalla scomparsa, domenica 16 gennaio nasce il Memorial Alessio Giovannini con un meeting (nel pomeriggio) al Palaindoor di Ancona.

Cronista, esperto di comunicazione e social media, è stato un punto di riferimento dell’area comunicazione della Fidal per un decennio, dopo aver cominciato da responsabile delle relazioni esterne nel Comitato regionale marchigiano. Sempre vivo il sorriso e indimenticabile la carica umana che trasmetteva, in chi lo ha conosciuto e apprezzato per le doti professionali e per la sensibilità.

Il trofeo a lui intitolato andrà ai migliori risultati (maschile e femminile) nelle gare sui 60 metri, con la premiazione prevista intorno alle ore 17,15.

Il presidente Fidal Marche, Simone Rocchetti: «È una bella iniziativa nata dalla famiglia, che ci ha voluto coinvolgere, e che abbiamo accolto con la massima convinzione. Non poteva essere altrimenti. Per noi è molto importante il ricordo di Alessio, che ha dato un’impronta al Comitato regionale con il suo lavoro e con le qualità che poi lo hanno portato ad affermarsi in campo nazionale. Ho avuto il piacere di collaborare con lui a stretto contatto quando ero consigliere regionale, di conoscerlo a fondo, di apprezzarne lo spessore umano. Poco dopo la scomparsa gli è stata intitolata la sala stampa del Palaindoor di Ancona e adesso avrà il suo nome anche una manifestazione di atletica, lo sport che amava».

alessio-giovannini2-300x234Tra i più vicini ad Alessio nel mondo dell’atletica è stato Giuseppe Scorzoso, ex presidente di Fidal Marche: «Ha lasciato il segno nell’atletica delle Marche e poi in quella italiana. Fondamentale il suo ruolo nei primi anni di attività del Palaindoor che, anche grazie al suo impegno, è diventato un impianto cardine per tutto il movimento. Determinante per l’organizzazione di eventi, la sua forte energia positiva, l’entusiasmo inesauribile e le indiscusse capacità lo hanno quindi condotto verso l’attività nazionale. Anche lì ha saputo meritarsi il rispetto e la stima di tutti, distinguendosi per professionalità e correttezza. Il suo esempio ci sarà sempre, con noi».

Marco Sicari, direttore della comunicazione Fidal: «Parlare di Alessio vuol dire ricordare un giovane uomo che inseguiva, senza risparmio, e con entusiasmo coinvolgente, tutti i suoi sogni. Il lavoro nell’atletica leggera era una delle cose che più amava, e che aveva saputo conquistarsi con il talento, l’applicazione, la naturale empatia che lo faceva subito apprezzare da tutti, e lo studio. Non c’erano orari, non c’era fatica, perché alla fine quel lavoro era solo uno di quei sogni divenuti realtà, come ebbe a confidarmi, emozionato, a Berlino, nel 2009, in occasione del primo Mondiale vissuto insieme. Manca a tanti di noi. Mancano le discussioni, il confronto su ogni argomento, il desiderio di percorrere nuove strade, esplorare, capire. Ci resta l’esempio, di uomo appassionato e saldo nelle proprie convinzioni, nei propri valori. Ma in chi l’ha conosciuto, resta anche un continuo, costante, senso di vuoto, fedele e sgradito compagno di viaggio. Un vuoto destinato a non essere mai colmato».

Alessio Giovannini aveva iniziato la sua carriera a Macerata, dove si era laureato in Scienze della comunicazione. Poi si era trasferito ad Ancona e lì c’era stato l’incontro con l’atletica come addetto stampa regionale. Nel 2019 è morto in seguito ad una malattia che lo ha portato via nel giro di poche settimane.

 

Al Palaindoor sala stampa intitolata ad Alessio Giovannini

Il dramma di Alessio, muore a 40 anni Ucciso da una malattia in poche settimane

“Una scuola per Pieve Torina” ricorda Alessio Giovannini: «Ci ha toccato il cuore»

In centinaia dicono addio ad Alessio: «Ha saputo farsi amare»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X