Addio a Irene, il rettore:
«Forte e coraggiosa,
un faro per tutti noi»

POLLENZA - Ultimo saluto questo pomeriggio alla ventenne morta sabato in seguito ad un aneurisma. In tanti al funerale. E' stata ricordata come una ragazza gioiosa e solare
- caricamento letture
irene-emili-2-1-650x503

Irene Emili

 

Ultimo saluto alla studentessa di Unimc Irene Emili, morta sabato a vent’anni a causa di un aneurisma. Presente all’ultimo saluto questo pomeriggio anche il rettore dell’università di Macerata, Francesco Adornato, che voleva esservi per testimoniare la vicinanza dell’ateneo alla famiglia della studentessa di Pollenza. In particolare il rettore, in un messaggio di Unimc ha detto: «La sua forza e il coraggio, mostrato con il suo ultimo grande atto di generosità, la donazione degli organi, rappresentano un faro per tutti noi». Irene aveva infatti deciso in passato, quando era andata a rinnovare la carta d’identità, che avrebbe donato gli organi. Una volontà che i genitori hanno assecondato, aiutando altre persone ad avere una vita migliore.

«Gioiosa e solare» è il ritratto che hanno fatto le amiche e la cugina che hanno letto dei ricordi nel corso del funerale che si è svolto nella chiesa dell’Immacolata. Anche la maestra dell’asilo ha voluto ricordare la ventenne. Tante le persone, circa trecento, che hanno partecipato all’ultimo saluto a Irene, in molti hanno dovuto assistere alla funzione da fuori della chiesa. Alla fine della cerimonia i ragazzi coetanei di Irene, del 2001 di Pollenza, hanno lanciato palloncini bianchi in aria e c’è stato un lungo applauso.   

Irene era stata colpita dall’aneurisma in una maniera tanto improvvisa, tanto drammatica. La studentessa di Mediazione linguistica si trovava a casa, lo scorso martedì, e aveva iniziato a sentirsi male. Aveva chiamato la mamma, che in quel momento era al supermercato, per dirle che stava male. Poi le cose erano precipitate. La ragazza aveva perso conoscenza, era stata trasportata all’ospedale di Torrette, ad Ancona, e le sue condizioni erano gravissime. A causa dell’aneurisma aveva avuto una emorragia cerebrale. Sabato la ragazza è morta, lasciando nel dolore i genitori, Annalisa e Giorgio, e i due fratelli più piccoli. Il sindaco di Pollenza, Mauro Romoli, ha decretato il lutto cittadino in occasione del funerale.

Studentessa di Unimc muore a 20 anni, ricoverata dopo un aneurisma



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X