Caldo e siccità, Aguzzi ai sindaci:
«Adottate tutte le misure
per affrontare le criticità»

I PROVVEDIMENTI sono dettati dalle condizioni meteo previste per i prossimi giorni, i più caldi dell’anno. Pericolo incendi con l'allarmante protrarsi delle temperature roventi: allertare subito il numero unico d'emergenza 112
- caricamento letture

 

caldo-siccita

L’assessore regionale alla Protezione Civile, Stefano Aguzzi, in accordo con il dirigente della Protezione Civile regionale, ha inviato una lettera ai sindaci delle Marche, alle forze dell’ordine e alle cinque Prefetture invitando tutti ad adottare le misure necessarie per arginare le problematiche legate alle ondate di calore e la siccità che stanno colpendo il territorio regionale.

Si tratta di provvedimenti dettati dalle condizioni meteo previste per i prossimi giorni, i più caldi dell’anno, con un allarmante protrarsi di temperature roventi, il pericolo di incendi e la mancanza di precipitazioni. «E’ massima l’attenzione della Regione verso questi fenomeni che stanno assumendo toni piuttosto severi, vigiliamo e adottiamo i provvedimenti necessari – scrive Aguzzi – e tutte quelle misure che possiamo mettere in atto in un gioco di squadra efficiente quale migliore strada per arginare le criticità e uscire quanto prima da questa difficile situazione».

100giorniGiuntaAcquaroli_Aguzzi-300x206

L’assessore Aguzzi

L’assessore sollecita ad attenersi alla serie di indicazioni operative riportate nella lettera, come la comunicazione da dare a tutti i cittadini delle particolari condizioni ambientali che rendono alto il pericolo di principio di incendio e della sua propagazione; sensibilizzare sulla tenuta di comportamenti corretti; segnalare tempestivamente al numero unico d’emergenza 112 ogni informazione utile alla rapida attivazione del Sistema AIB (anti incendi boschivi); mettere in atto tempestivamente le operazioni di pulizia delle scarpate e bordi delle reti viarie; vietare i fuochi e intensificare i controlli; verifica dei Piani Comunali di Protezione Civile; emanare specifiche ordinanze di interdizione; evitare gli spettacoli pirotecnici che possono interferire con aree suscettibili di incendio e vietare gli spettacoli luminosi con “lanterne cinesi”.

«La tutela e la cura dell’ambiente e del patrimonio naturale devono avere la priorità – conclude l’assessore – dalla natura stanno arrivando segnali allarmanti in tutto il pianeta. Sono emergenze climatiche per cui la Regione sta facendo la sua parte ma occorre che ognuno di noi contribuisca con piccole preziose attenzioni quotidiane come il risparmio dell’acqua, bene fondamentale purtroppo carente attualmente nel nostro territorio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X