Un anno di Consiglio comunale:
il bilancio del presidente Luciani
sulle 25 sedute dell’assise

MACERATA - Si sono svolte da ottobre 2020 a luglio 2021: «Credo che sia dovere dell’amministrazione e dell’istituzione che rappresento comunicare ai cittadini quanto è stato approvato in questi mesi»
- caricamento letture

 

ConsiglioComunale_FF-10-325x217

Francesco Luciani eletto presidente del Consiglio nella prima seduta del 12 ottobre

 

Il presidente del Consiglio comunale di Macerata Francesco Luciani traccia il bilancio di questo primo anno di assise cittadina. Sono stati 18 i Consigli convocati, per un totale di 25 sedute, che si sono svolti da ottobre 2020 a luglio 2021. «È la prima volta che il presidente del Consiglio comunale traccia un bilancio di fine anno relativo ai lavori dell’assise cittadina. Credo che sia dovere dell’amministrazione e dell’istituzione che rappresento comunicare ai cittadini quanto è stato approvato in questo anno – è intervenuto il presidente Luciani -. Abbiamo lavorato su molti aspetti e la città sta mostrando i suoi segni di rinascita nonostante la pandemia. A questo si aggiunge il fatto che mi sono speso moltissimo affinché, nel massimo rispetto delle norme anti-contagio, si potesse tornare in presenza dato che credo che il confronto diretto rappresenti un grande arricchimento. Con l’augurio di ritrovarci a settembre in presenza, concludo confermando che ci impegneremo ogni anno per tracciare un bilancio dei lavori del Consiglio tenendo aggiornata la cittadinanza».

Nella prima seduta del 12 ottobre, contestualmente al giuramento del primo cittadino Sandro Parcaroli, l’assise ha deliberato l’esame della condizione degli eletti, la convalida alla carica di sindaco e consigliere comunale, l’elezione del presidente e del vice presidente del Consiglio, la nomina della Commissione elettorale comunale e la nomina dei componenti della Commissione per l’aggiornamento degli elenchi comunali dei giudici popolari.

È dell’assise del 23 novembre l’abolizione della tassa di soggiorno, mentre il giorno seguente sono stati approvati gli indirizzi generali di governo del Comune e le linee programmatiche.

Il 30 novembre l’assise cittadina ha invece approvato il bilancio consolidato relativo all’anno 2019, la variazione al bilancio 2020 comune di Macerata e istituzione Macerata Cultura e l’ordine del giorno presentato dalla consigliera Ninfa Contigiani (emendato su proposta dei capigruppo di maggioranza) relativo al 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Nell’assise del 21 dicembre sono stati approvati il piano economico finanziario relativo all’anno 2020 (Pef 2020), la delibera relativa ad aliquota, tariffe e scadenza tributi e servizi comunali dell’anno 2020 e l’atto di indirizzo relativo alla chiusura dell’istituzione Macerata Cultura Biblioteca e Musei (dopo l’emendamento presentato dai capigruppo di maggioranza).

Nel Consiglio del 22 dicembre sono state approvate le delibere relative a Task srl revisione statuto e convenzione fra soci per il controllo analogo ai fini di iscrizione alle liste Anac e quella relativa alla revisione ordinaria delle partecipazioni e relazione annuale ex articolo 20 del decreto legislativo 19 agosto 2016 numero 175. Nella stessa seduta è stato approvato l’ordine del giorno presentato dal consigliere Claudio Carbonari e da tutti i consiglieri di maggioranza in merito alla definizione dei tempi e dei termini di pagamento delle utenze di acqua, energia elettrica e gas nei comuni del cratere sismico 2016 ed è stato anche approvato l’ordine del giorno (presentato inizialmente come mozione) dei consiglieri Andrea Boccia e Roberto Cherubini in merito a un albero per ogni nato/a per la riforestazione urbana. Nella stessa assise sono stati approvati gli ordini del giorno presentati dalla consigliera Antonello Fornaro, in merito al polo bancario, e dalla consigliera Ninfa Contigiani e dal Partito Democratico in merito a telecomunicazioni di ultima generazione.

Il giorno seguente (23 dicembre) i lavori del Consiglio sono ripresi con l’approvazione della delibera del Dup 2021/2023, bilancio di previsione 2021/2023 e dell’ordine del giorno presentato dal consigliere Andrea Blarasin e da altri di maggioranza in merito a costruzione di un fondo di compensazione Tari.

È del 18 gennaio 2021 l’approvazione da parte dell’assise cittadina del regolamento dei musei civici e dell’ordine del giorno presentato dai consiglieri Boccia e Cherubini in merito al conferimento della cittadinanza onoraria al milite ignoro.

Il primo febbraio il Consiglio ha invece approvato il regolamento del nuovo canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e il regolamento comunale per la disciplina del canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile destinati a mercati realizzati anche in strutture attrezzate.

Il 15 febbraio sono stati approvati la variante parziale al piano di zonizzazione acustica della Nta zona produttiva Suap in contrada Valleverde e l’ordine del giorno presentato dal consigliere Narciso Ricotta e da altri di minoranza, dopo l’approvazione dell’emendamento presentato dalla Lega, in merito ai ristori Covid per l’Apsp Ircr.

Il 15 marzo l’assise ha approvato la proposta di integrazione e modifica del regolamento dell’attività del Consiglio comunale (istituendo la fascia) e delle Commissioni consiliari e la proroga di presentazione delle istanze per la riduzione della Tari 2020 conseguente alla crisi economica determinata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 a favore delle attività economiche obbligatoriamente sospese.

Il 29 marzo il Consiglio ha approvato la delibera relativa al conferimento della cittadinanza onoraria al milite ignoto, quella di proroga della prima scadenza della Tari 2021, l’ordine del giorno del consigliere Maurizio Del Gobbo relativo alla Tari e quello del consigliere Blarasin in merito alla qualità dell’acqua nel territorio comunale. Nella seduta del giorno successivo (30 marzo) sono state approvate due mozioni: quella dei consigliere Boccia e Cherubini in merito alla promozione delle comunità energetiche e di autoconsumo collettivo sul territorio comunale e quella del consigliere Carbonari e di altri consiglieri di maggioranza in merito all’intitolazione di una via, spazio o area pubblica alla scrittrice e giornalista Oriana Fallaci.

Sono del 12 aprile le approvazioni della variazione al bilancio 2021-2023 e dell’ordine del giorno del consigliere Alessandro Marcolini e di altri consiglieri del Pd relativo alla necessità di installare uno sportello bancomat nel quartiere di Santa Croce – Colleverde.

Nel Consiglio del 26 aprile sono stati approvati la delibera di modifica al regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria, la variazione al bilancio di previsione adottata in via d’urgenza (ratifica al Dgc 80 del 19 marzo 2021) e l’ordine del giorno presentato dal consigliere David Miliozzi in merito a Macerata Città Europea dello Sport 2022.

Il 10 maggio l’assise ha approvato la variazione al bilancio di previsione 2021-2023, le integrazioni e modifiche al programma triennale delle opere pubbliche 2021-2023, la mozione (trasformata poi in ordine del giorno) del consigliere Andrea Perticarari su edilizia giudiziaria e l’ordine del giorno presentato dalla consigliere Stefania Monteverde e da altri di minoranza in merito a richiesta di incremento del fondo anticrisi (emendato su proposta dei capigruppo di maggioranza).

Il Consiglio comunale del 24 maggio ha approvato il riconoscimento del titolo di “città” al comune di Macerata, l’acquisizione gratuita della porzione di terreno di proprietà dell’università di Macerata destinata alla realizzazione di un marciapiede antistante il complesso immobiliare di Villa Lauri, l’aggiornamento del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2021-2023, l’integrazione e modifiche al programma triennale delle opere pubbliche 2021-2023, la variazione al Dup e conseguenti variazioni di bilancio 2021-2023 e la variante parziale al Prg per la realizzazione di un accessorio agricolo ad uso dell’azienda agricola Colonna Nicola con sede a Macerata.

Il giorno successivo (25 maggio) i lavori dell’assise sono ripresi con l’approvazione dell’ordine del giorno del consigliere Marcolini, dopo l’emendamento presentato dal consigliere Alessandro Bini e dai capigruppo di maggioranza, in merito alla valorizzazione dei cortili scolastici (infanzia e primaria) per garantire spazi verdi a disposizione degli studenti e istituzione di “classi all’aperto”. Approvati anche l’ordine del giorno (dopo l’emendamento presentato dal consigliere Giordano Ripa e dai capigruppo di maggioranza) della consigliera Elisabetta Garbati relativo all’emergenza infermieristica nelle strutture residenziali per anziani del Comune e dell’Ats 15, l’ordine del giorno presentato dalla consigliera Lorella Benedetti in merito all’intitolazione pubblica al medico eroe Geppino Micheletti e l’ordine del giorno presentato dal consigliere Giovanni Pianesi in merito alla costruzione di una struttura in legno per svolgere funzioni religiose nella parrocchia Santa Maria delle Vergini.

Il 7 giugno l’assise ha approvato il rendiconto 2020 del Comune, il rendiconto 2020 dell’istituzione Macerata Cultura Biblioteca e Musei, la variante al Prg volta a modifiche puntuali nonché a porre rimedio a incongruenze ed errori e l’ordine del giorno presentato dalla consigliera Benedetti in merito a parcheggi rosa, mobilità solidale e sostegno alla maternità.

Il 28 giugno l’assise cittadina ha approvato la determinazione e la presa d’atto del Piano Finanziario del Servizio Integrato di Gestione dei Rifiuti (Pef) per l’anno 2021 e le tariffe Tari 2021 e agevolazioni causa Covid-19 per le utenze non domestiche.

Quattro ordini del giorno approvati invece il giorno successivo (29 giugno): quello della consigliera Fornaro e altri consiglieri di maggioranza in merito a ricostruzione post sisma e Decreto Rilancio, quello presentato dal consigliere Carbonari e da altri consiglieri di maggioranza in merito all’adeguamento del regolamento edilizio comunale alla legge regionale 20 aprile 2015 numero 17 e regolamento aree pertinenziali, quello presentato dalla consigliera Sabrina De Padova e da altri consiglieri di maggioranza in merito a un cimitero in città per gli animali e quello del consigliere Alberto Cicarè (presentato inizialmente come mozione) in merito al ripristino delle fermate soppresse del trasporto pubblico urbano.

Il 5 luglio l’assise ha approvato la variante parziale al Prg per mutamento della destinazione urbanistica di un immobile inserito nel piano delle alienazioni e valorizzazione dell’Ente e della relativa area di pertinenza individuata. Approvati anche la mozione del consigliere Cicarè sul trasporto pubblico agevolato per studenti universitari, l’ordine del giorno del consigliere Ripa e altri di maggioranza in merito al conferimento di attestati di benemerito al personale sanitario dell’Area Vasta 3, l’ordine del giorno presentato dalla consigliera Paola Pippa e da altri di maggioranza in merito all’iniziativa casa dell’acqua, quello della consigliera Laura Orazi e da altri di maggioranza in merito alle vetrine e quello del consigliere Marcolini in merito al piano di riqualificazione delle pensiline esistenti e di installazione di pensiline mancanti nelle fermate dell’autobus del trasporto pubblico urbano del territorio comunale e riqualificazione di relative sedute e panchine.

Nel Consiglio comunale del 26 luglio sono stati approvati la variazione di assestamento generale al bilancio 2021 ai sensi dell’articolo 175.8 Tuel, applicazione avanzo Covid e verifica degli equilibri generali di bilancio ai sensi e per gli effetti dell’articolo 193 Tuel e la programmazione della rete scolastica del sistema educativo marchigiano per l’anno 2022/2023. Approvati anche l’ordine del giorno (dopo l’emendamento proposto dalla Lega) presentato dal consigliere Del Gobbo e da altri consiglieri del Pd in merito alla proposta di intitolare una via o un largo all’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e l’ordine del giorno presentato dal consigliere Marco Bravi e da altri di maggioranza in merito alla viabilità in via Cincinelli.

Il giorno successivo (27 luglio) l’assise ha infine approvato la mozione del consigliere Ricotta e di altri consiglieri del Pd in merito ad aree idonee per l’impianto di discarica dell’Ato3 di Macerata (a seguito dell’emendamento pervenuto dal consigliere Carbonari) e l’ordine del giorno, presentato dal Movimento 5 Stelle come mozione, in merito all’adozione del piano generale degli impianti pubblicitari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X