Un weekend nel nome di “Attila”:
a Porto Recanati si gioca a basket
nel ricordo di capitan Pierini

TORNEO organizzato dalla società che porta il nome del cestista, ad un anno dalla tragica scomparsa. Venerdì l'inaugurazione del nuovo campo all'aperto che ospiterà le gare
- caricamento letture

 

attilio-pierini-2-e1593177275722

Attilio Pierini

 

«”Un attaccante vero – disse in una intervista il coach dell’Olimpia Milano, Ettore Messina – sa capire chi è nella migliore posizione per fare un tiro. E se quel giocatore è lui, passare non significa essere un bravo soldato ma rifiutare la propria responsabilità”. Se questa è la definizione dell’attaccante vero, allora Attilio Pierini lo era senza se e senza ma». Inizia queste parole il comunicato con cui viene annunciato il primo “Memorial Attila Pierini”, torneo organizzato dalla “Attila Junior Basket” ad un anno dalla tragica scomparsa del cestista, con il patrocinio del Comune di Porto Recanati. «I compagni di squadra non esitavano ad affidarsi a lui per il tiro decisivo e lui non si esimeva dal tirarlo e capitava che faceva vincere la partita all’ultimo secondo o si assumeva la responsabilità dell’eventuale sconfitta – si legge nella nota -Per questo motivo, Attilio Pierini non era solo il capitano, ma innanzitutto era il leader indiscusso della squadra, che per lui veniva prima di ogni altra cosa, prima di ogni statistica individuale, perché sapeva ricambiare la fiducia che gli veniva riposta dai compagni e creare quel clima di forza reciproca alla base di una squadra vincente. E la squadra ha risposto ancora una volta presente alla chiamata del suo capitano».

Pierini_hook-1-325x190

Attilio Pierini a canestro

Al “1° Memorial Attila Pierini” ci saranno tanti compagni «che hanno condiviso con Attilio le soddisfazioni di una ultraventennale carriera trascorsa calcando i parquet dei più prestigiosi palazzetti d’Italia, e tra questi: Dimitri “Doum” Lauwers, guardia belga dal tiro mortifero, gli italoargentini, Oscar Chiaramello e Andres Bartoli, i talenti maschili e femminili nostrani, Andrea Traini, Lollo Andreani, Angelica Castellani, l’amico di sempre, Paolo Cuna e poi Francesco Amoroso, Giacomo Maspero, Francesco Conti, Paolo Chiarello e molti altri, non meno noti, provenienti anche da Regioni lontane, che forse avrebbero voluto essere da un’altra parte, magari al mare con Attilio davanti ad uno spritz a ricordare i bei tempi, ma è andata come sappiamo e sanno che è troppo importante esserci», si sottolinea nella nota. I giocatori saranno suddivisi in 4 squadre e la formula del torneo sarà quella classica della “final four”. «Indosseranno una canotta commemorativa con sulla schiena il numero “8” ed il nome “Attila”, a ricordare il numero ed il nickname con il quale Attilio era conosciuto nell’ambiente baskettaro – prosegue la nota -. Si inizia venerdì 25, alle ore 18,45, con le due partite di semifinale, e si proseguirà sabato 26, alle 18,30, con la partita per l’aggiudicazione del trofeo. Venerdì 25, a margine del torneo, si svolgeranno alcuni eventi particolarmente importanti. Alle 17 si inizia con la cerimonia d’inaugurazione del nuovo campo all’aperto, sede del torneo, da parte delle autorità civili e religiose portorecanatesi. Il nuovo playground, che sarà fruibile da quanti vorranno cimentarsi nel gioco della pallacanestro, verrà intitolato alla memoria di Attilio Pierini con la scoperta di una targa ricordo. A seguire, il Presidente Regionale della FIP, Davide Paolini, porterà un messaggio della massima autorità della Federazione Italiana Pallacanestro, Gianni Petrucci, di solidarietà e vicinanza di tutto il mondo del basket alla famiglia, che verrà omaggiata con una maglia speciale della nazionale italiana personalizzata “Pierini”.

Attilio-Pierini

Attilio Pierini in azione

Alle 17,30, si proseguirà con una esibizione dei giovani talenti under 13 della “Attila Junior Basket”, che avranno l’onore di essere i primi a calcare il terreno gioco del nuovo campetto all’aperto. Le squadre giocheranno con una canotta di “Lully”, per ricordare Luca Sebastianelli, un altro ragazzo portorecanatese scomparso prematuramente con il basket nel cuore. Alle 18, sarà la volta di una spettacolare gara di tiro da tre, dove 8 tiratori scelti saranno serviti da una fantastica macchina robot sparapalloni, gentilmente messa a disposizione da Dimitri Lauwers, uno dei migliori tiratori passati del campionato italiano ed oggi maestro di questo fondamentale della pallacanestro. Nell’intervallo della seconda semifinale, alle 22,30 circa, verrà proiettato un breve video dei momenti più belli ed esaltanti della carriera sportiva di Attilio, che metterà a dura prova le emozioni di quanti l’hanno conosciuto. Sabato 26, si inizia alle 16,30, con una bella iniziativa messa in cantiere dagli istruttori e allenatori della Ajb. Un “Playground Open Day” per tutti i bambini e i ragazzi (maschi e femmine) dai 5 ai 12 anni che vogliono provare o proseguire l’attività cestistica. Sarà una occasione per avvicinare i più giovani alla disciplina del basket e ai valori positivi di questo sport. A seguire, alle 18,30 circa, si disputerà la partita di finale per il 1° e 2° posto. Alle 20,30, il sipario si chiuderà sul “1° Memorial Attila Pierini”, con la cerimonia di premiazione della squadra che risulterà vincitrice del torneo. Le strisciate sull’asfalto delle scarpette, il “bump” della palla a spicchi che rimbalza, lo “swish” della retina, sarà il mood che per le due giornate del torneo ispirerà il DJ Set di Francesco Giri, in arte “Djk Luv”. La Attila Junior Basket invita tutti a questo eccezionale evento in cui i protagonisti saranno i giocatori che durante l’anno scendono in campo con le maglie delle loro squadre mentre in questa occasione lo faranno per il loro capitano e per quanti vorranno condividere con lui due giorni all’insegna del grande basket».

“Attila Junior Basket” nel nome di Pierini, il padre nuovo presidente della società



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X