Paraciclismo, Giorgio Farroni da impazzire:
è il nuovo campione del mondo

L'ATLETA dell'Anthropos di Civitanova ha offerto una prestazione perfetta nei Mondiali a Cascais in Portogallo nella cronometro categoria T3. Prossimo obiettivo Tokyo
- caricamento letture
Giorgio-Farroni-sul-tetto-del-mondo

Giorgio Farroni sul tetto del mondo

 

Prove a cronometro da ricordare per l’Anthropos di Civitanova nei Mondiali di paraciclismo a Cascais in Portogallo. Nella giornata di ieri, Giorgio Farroni, tesserato del sodalizio marchigiano, si è laureato campione del mondo categoria T3 con la maglia della nazionale italiana conquistando il suo sesto titolo iridato in carriera.

Nella corsa contro il tempo l’atleta italiano ha offerto una prova straordinaria confermando l’ottimo stato di forma evidenziato già un mese fa in Coppa del Mondo. Una condizione che lo proietta verso un possibile bis nella prova in linea che chiuderà le giornate di paraciclismo in Portogallo. Al termine della gara Giorgio Farroni non ha nascosto la sua soddisfazione: «Per me è il 6° titolo mondiale – ha spiegato – ma è come fosse il primo. L’emozione è enorme, così come la responsabilità di indossare la maglia che rappresenta una nazione. Ora devo rimanere concentrato per la gara su strada di domenica e cercare di ottenere il miglior risultato possibile, poi vediamo di organizzarci per preparare al meglio l’appuntamento di Tokyo. Fortunatamente milito per una grande società, l’Anthropos, con un grande Presidente che mi supporta e, quindi, credo e spero di dimostrare ciò che posso valere». «Stiamo vivendo giorni intensissimi di sport – ha sottolineato il presidente Nelio Piermattei -. I nostri ragazzi stanno letteralmente conquistando il mondo in varie discipline. Giorgio è uno dei nostri massimi esponenti e punta a Tokyo, giustamente e con pieno merito. Il suo ultimo risultato, il 6° titolo mondiale in carriera in una disciplina difficilissima come il ciclismo, certifica, ove ce ne fosse bisogno, che siamo davanti a un autentico campione. Complimenti vivissimi a Giorgio. Ammiro molto la sua dedizione e il suo spirito di sacrificio. Il nostro tesserato è un esempio per tanti altri atleti, paraolimpici e non».

Giorgio-con-altre-atlete-azzurre-da-podio

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X