Protocollo contro le mafie,
primo summit a Macerata

SICUREZZA - All'incontro presenti i pm in forza alla procura di Macerata e quelli della Dda. Obiettivo condividere informazioni e prevenire il rischio di infiltrazioni. Massima attenzione alla ricostruzione
- caricamento letture
de-raho-protocollo

Da sinistra: il procuratore generale Sergio Sottani e il procuratore nazionale antimafia Federico De Raho firmano il protocollo il 7 maggio

 

Criminalità organizzata e antiterrorismo: primo incontro in procura, a Macerata, dopo la firma del protocollo contro le mafie, siglato ad Ancona lo scorso 7 maggio. Si tratta di incontri periodici che sono stati previsti per uno scambio di informazioni e per rendere le informazioni circolari.

rastrelli

Il procuratore facente funzioni Claudio Rastrelli mentre firma il protocollo ad Ancona

Presenti all’incontro di ieri, i pm in servizio a Macerata e il procuratore facente funzioni, Claudio Rastrelli, il procuratore di Ancona, Monica Garulli, i pm della Dda di Ancona, Daniele Paci e Paolo Gubinelli, e i rappresentati delle forze dell’ordine: c’erano il colonnello Nicola Candido, comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Ferdinando Falco, comandante provinciale della Guardia di finanza, il vice questore Patrizia Peroni, capo della Divisione anticrimine della Questura di Macerata. Nel Maceratese il problema riguarda la ricostruzione dopo il terremoto, una situazione che va seguita con particolare attenzione da parte delle forze dell’ordine. Il protocollo contro le mafie, ultimo atto del procuratore generale Sergio Sottani (ora Pg a Perugia), è stato sottoscritto dai procuratori delle Marche e dal procuratore nazionale antimafia Federico De Raho. Un atto importante per essere uniti nella lotta al crimine organizzato che nelle Marche significa essere attenti ad evitare infiltrazioni malavitose. Il protocollo prevede anche una attenzione sul terrorismo. Gli incontri, che avverranno in maniera periodica serviranno ai magistrati ad aggiornarsi sulla situazione e a condividere informazioni.

 

Protocollo contro le mafie nelle Marche, De Raho: «Così ne blocchiamo l’ingresso» Ultimo atto del procuratore Sottani



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X