Bancarotta milionaria, imprenditore assolto
Il Tribunale trasmette gli atti in procura:
«da valutare la posizione di altre 3 persone»

CIVITANOVA - La vicenda riguardava il fallimento della Prima Immobiliare di Enrico Mercuri. Oggi è stato assolto con formula piena
- caricamento letture

 

tribunale-macerata-2-325x247

Il tribunale di Macerata

Imprenditore assolto da una accusa di bancarotta, il giudice trasmette gli atti alla procura per valutare eventuali responsabilità di altre persone nella vicenda. La vicenda è quella legata al fallimento della Prima Immobiliare del civitanovese Enrico Mercuri. Mercuri, che oggi è stato assolto «perché il fatto non sussiste». Con la sua società aveva creato a Porto Potenza una importante iniziativa urbanistica nell’area dell’ex Ceramica potentina. I fatti risalgono al 2010. La Prima Immobiliare, «su iniziativa del socio della società», dicono i legali di Mercuri (gli avvocati Paolo Giustozzi e Donatello Prete) era poi stata dichiarata fallita con un’accusa, rivolta a Mercuri, di bancarotta fraudolenta per presunte distrazioni di 964.428 euro e di altri presunti atti fraudolenti nell’ambito della procedura di concordato preventivo. La difesa nel corso del processo ha dimostrato la piena correttezza dell’operato di Mercuri. Inoltre «è riuscito ad evidenziare tutte quelle anomalie dovute all’attività di terzi che avevano caratterizzato sia la fase precedente alla richiesta di concordato preventivo, sia quest’ultima procedura da cui infine era scaturita la sentenza di fallimento» dicono i difensori. Il Tribunale oggi ha inoltre trasmesso gli atti in Procura per valutare eventuali le responsabilità di alcune persone coinvolte: l’ex socio della Prima Immobiliare, il suo legale, e anche un testimone dell’accusa che era stato sentito in udienza. «Con la sentenza si chiude una vicenda che all’epoca dei fatti aveva suscitato tanto clamore in provincia avendo interessato una primaria azienda che all’epoca dei fatti – dicono i difensori -, oltre all’iniziativa di Porto Potenza, aveva in piena fase di ultimazione anche l’importante complesso edilizio “Principe di Piemonte” di Civitanova, unitamente ad altre iniziative edilizie sempre a Civitanova: tutte iniziative la cui gestione è stata poi necessariamente ultimata dal curatore fallimentare, che si è trovato a gestire incassi milionari, dei quali hanno beneficiato i creditori della società.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X