“Real casa Savoia”,
donati buoni spesa
per i cittadini in difficoltà

TREIA - L'iniziativa della delegazione marchigiana per sostenere le famiglie maggiormente in crisi a causa del Covid
- caricamento letture

 

la-consegna-dei-buoni-spesa-savoia-a-treia

La consegna dei buoni spesa

 

La delegazione marchigiana degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, guidata da Walter Pellegrino e da Andrea Cristofanelli Broglio di Treia ha consegnato nelle mani del sindaco Franco Capponi buoni spesa per sostenere le famiglie maggiormente in difficoltà a causa del Covid. Il delegato per le Marche ha sottolineato come, nonostante tutto, durante i primi mesi dell’emergenza sanitaria, constatando come il contagio imperversasse anche nella nostra regione, si è aperta una sottoscrizione tra insigniti e simpatizzanti, d’intesa con la le Caritas Diocesane, per cercare di alleviare lo stato di gravissima indigenza in cui molte famiglie marchigiane e quindi anche treiesi, in genere residenti nei centri storici della città, si sono trovate a causa dell’interruzione forzata delle piccole attività artigianali, della ristorazione, dei servizi turistici e alla persona che spesso costituiscono l’unica fonte di sostentamento. La somma raccolta è stata trasformata in buoni spesa alimentare che le famiglie in stato di bisogno potranno trasformare al punto vendita Eurospin di Passo di Treia. Il sindaco Franco Capponi ha ringraziato per la grande disponibilità della delegazione che, come in passato durante l’emergenza sismica, si è generosamente mobilitata per intervenire in un momento veramente difficile.«L’emergenza Covid che stiamo attraversando – ha detto il sindaco – porterà a un ampliamento decisivo della povertà, sia in termini di allargamento della platea sia di incremento dell’intensità ed aggravamento delle diseguaglianze tra la popolazione e i territori. Le prime analisi ci dicono che oltre alle categorie tradizionalmente a rischio quali quelle legate alle marginalità estreme, gli stranieri, le famiglie numerose con figli minori e i disoccupati, la crisi sta colpendo in particolar modo le piccole imprese come artigiani, commercianti, addetti ai servizi alla persona e il personale dipendente a termine o part-time dei settori della ristorazione, dell’ospitalità ed anche molti i giovani e donne con lavori saltuari: categorie che nella nostra realtà finora erano state al riparo da condizioni di deprivazione. A tutta la delegazione Marchigiana, alle dame e ai cavalieri guidati dal delegato Walter Pellegrino giunga il vivo apprezzamento della comunità treiese per quanto realizzato».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X