“Viaggio intorno
alla tradizione maceratese”
Quattro appuntamenti col gusto

MACERATA - Parte venerdì alle 19,30 il progetto ideato da Hab e Norcineria Rapari, una seria di incontri che racconteranno la tradizione del salame spalmabile. Prima online con tanto di aperitivo d'asporto, poi dal vivo
- caricamento letture
Covid_ore18_FF-12-325x217

L’Hab di via Gramsci

 

Parte venerdì alle 19,30 a Macerata un progetto importante quanto singolare, che prevede una serie di quattro appuntamenti (14 maggio, 4 e 25 giugno, 9 luglio) durante i quali ci si immergerà nella cultura e nella tradizione marchigiane e nella fattispecie maceratesi. Da una collaborazione tra Hab e la Norcineria Rapari, sono nati quattro incontri (l’ultimo il 9 luglio prossimo) che racconteranno la tradizione del salame spalmabile, «arricchendola – spiegano gli organizzatori – con note di innovazione, garantendo quindi una vera e propria rivoluzione in tavola. In ogni evento coesisterà la componente eno-gastronomica con quella culturale». Ogni appuntamento prevede la prenotazione ad Hab dell’aperitivo da asporto. «A tutti i clienti – continuano gli organizzatori – verrà consegnato un link cui connettersi comodamente da casa alle 19,30 e, degustando sapori ricchi ed unici, sarà possibile assistere davanti al pc ad un incontro on line durante il quale con diversi ospiti ci si immergerà nella tradizione attraverso racconti, aneddoti, ricette e spiegazioni. All’inizio gli incontri verranno tenuti on line, per la sicurezza di tutti, per poi poter portare l’esperienza direttamente da Hab, così da ascoltare gli interventi dal vivo, mentre si gusta l’aperitivo. Gli appuntamenti sono volti a sottolineare l’importanza delle tradizioni, dalla tavola al tramandare oralmente racconti, aneddoti e cultura contadina, alla base della cultura della nostra Regione Marche, gustando prelibatezze e ascoltando ottima musica». Tra gli ospiti di questo venerdi, Letizia Carducci, laureata in Scienze politiche e poi in Management dei sistemi turistici, impegnata a tempo pieno nel ristorante gestito con la sua famiglia a Macerata, l’Osteria dei fiori, parte attiva della buona cittadinanza negli anni attraverso numerose iniziative, in qualità di cultrice della gastronomia locale e fondatrice del gruppo informale maceratese Identità contadine. «L’obiettivo del suo intervento – concludono gli organizzatori – è di raccontare un prodotto identitario in rapporto alla storia locale, agli usi ed alle consuetudini che ci permettono di degustarlo al meglio, perché conoscere ciò che mangiamo include il rispetto per il territorio ed il lavoro di tanti artigiani, implementa l’economia circolare e nutre l’orgoglio. Sapere e sapore possono andare insieme». Per prenotare l’aperitivo: 379-2158311



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X