Cultura, Mirella Franco attacca:
«TdC abbandonata»

CIVITANOVA - La consigliera del Pd contro l'amministrazione per la gestione dell'Azienda teatri: «A due mesi dalle dimissioni del presidente ancora non c'è stata una sostituzione e fra due giorni scade anche il direttore. Ad oggi non ci sono le condizioni per meglio programmare le attività, mai si era raggiunta una deriva come questa»
- caricamento letture
film-vanda-pagani-mirella-franco-civitanova-FDM-1-325x217

La consigliera del Pd civitanovese Mirella Franco

 

«Azienda Teatri in stato di abbandono, fra due giorni scade la nomina del direttore e ancora non è stato sostituito il presidente». La consigliera comunale del Pd Mirella Franco torna a parlare dello stato di salute dell’azienda speciale che si occupa di cultura a Civitanova. A due mesi dalle dimissioni dell’ex presidente Aldo Santori infatti il ruolo apicale non è stato ancora riassegnato e sull’istituzione grava anche la scadenza della nomina di Andrea Castellani, dirigente alle Finanze del Comune a cui era stato assegnato l’incarico di direttore al termine del mandato della commercialista Cristina Gentili. «Sono più di due mesi che il presidente si è dimesso e il sindaco non ha provveduto a sostituirlo – dice la Franco – e il consiglio di amministrazione rimasto con due membri non è nella possibilità di deliberare. Ad oggi non si è provveduto a mettere l’azienda nella condizione di lavorare per meglio programmare le attività che stanno riprendendo dopo il lungo periodo di chiusura. Questo è grave soprattutto in una città come Civitanova dove per l’amministrazione comunale la cultura sembra non esistere più.​ Nessuna programmazione, ma solo soldi dati senza nessuna ricaduta sulla città, non c’è un minimo di discussione e il sindaco utilizza i finanziamenti solo per scopo di propaganda, mai Civitanova aveva registrato una deriva culturale come questa». La consigliera di opposizione ricorda poi il problema legato alla scadenza del direttore dando una lettura di tipo politico: «Il prossimo 30 aprile scade anche la nomina del direttore dell’azienda e ancora non si è provveduto a fare gli atti necessari. Si arriva sempre all’ultimo secondo, senza nessun indirizzo, molto probabilmente – conclude -​ perché è in atto una lotta di potere tra Vince Civitanova, la Lega e Fratelli d’Italia per la poltrona da Presidente».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X