«I dipendenti dell’azienda Teatri
in cassa integrazione a zero ore:
il Comune risparmia sui lavoratori»

CIVITANOVA - Il Pd chiede conto in Consiglio comunale delle scelte fatte per i lavoratori di Tdc: «Un fatto abominevole e di una gravità enorme, l'amministrazione deve risarcirli»
- caricamento letture

cineteatro-cinema-rossini-civitanova-da-pagina-fb-2-325x244

 

«Cassa integrazione a zero ore per i dipendenti dell’azienda Teatri di Civitanova, il comune risparmia sui lavoratori». I consiglieri comunali del Pd Mirella Franco, Yuri Rosati e Giulio Silenzi tornano ad interrogare l’amministrazione su come sia stato gestito il personale dell’azienda speciale durante il periodo di lockdown e nei mesi successivi nei quali teatri e cinema sono rimasti chiusi.

Un interrogativo emerso anche nel corso dell’ultimo consiglio comunale sul bilancio e che viene rilanciato formalmente dai consiglieri comunali del Partito Democratico. «Ci risulta che gli operatori dell’azienda Teatri – scrivono in una nota i democrat – siano stati messi in cassa integrazione a zero ore per diversi mesi, ed esattamente per tutto aprile, maggio e parte di giugno 2020 e per novembre e parte di dicembre 2020. Zero ore lavorative significa che non viene garantito neanche un minimo di attività che consentisse loro di tirare avanti la propria vita decorosamente, ma il provvedimento è stato presentato come un vanto di efficientamento e di risparmio nell’ultima presentazione del bilancio dell’Azienda da parte del cda, allora in carica. Crediamo che mettere in cassa integrazione a zero ore i propri dipendenti non sia un risparmio, ma un fatto abominevole e di una gravità enorme, tanto più nei confronti di lavoratori che hanno sempre manifestato non solo la propria professionalità, ma anche la propria disponibilità, prestandosi anche a fare altro rispetto alle proprie competenze. Chiediamo pertanto come l’amministrazione voglia intervenire per risarcire questi operatori». In totale i dipendenti diretti dell’azienda Teatri sono 5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X