«La campagna vaccinale stenta a decollare
ma a Montecassiano ci difendiamo»

POLITICA - L'assessore Katia Acciarresi replica alla consigliera leghista Elisa Cingolani che aveva ringraziato i medici di base: «Si è dimenticata degli operai comunali che hanno sistemato il capannone come lei ha chiesto. Inoltre gli ospiti della casa di riposo sono stati preservati dal contagio e tra i primi in provincia ad essere vaccinati»
- caricamento letture

 

katia-acciarresi

Katia Acciarresi

 

«Mi unisco ai ringraziamenti espressi nei confronti dei medici di famiglia del nostro territorio per il loro impegno nella campagna vaccinale ma nello stesso tempo sento doveroso ringraziare i nostri dottori e con loro tutti gli operatori sanitari ai vari livelli per lo sforzo che hanno compiuto e che continuano ad assicurare in questo periodo difficile per il perdurare della pandemia». A dichiararlo è l’assessora di Montecassiano Katia Acciarresi, dopo l’intervento della consigliera leghista Elisa Cingolani (leggi l’articolo). «È grazie al coraggio e alla professionalità di tutti loro che quanti sono toccati dalla malattia trovano assistenza e conforto. La campagna vaccinale finora ha stentato a decollare e tutti ci auguriamo proceda il più celermente possibile, cosa che sarà possibile grazie sì all’impegno dei sanitari ma soprattutto alla capacità di procedere rapidamente e a partire dalle persone più fragili con la somministrazione dei vaccini che la Regione Marche ha avuto a disposizione (fra l’altro l’assessore alla sanità è guidato dalla stessa forza politica della consigliera Cingolani). Ad oggi purtroppo le Marche sono tra le ultime regioni per la percentuali di dosi somministrate rispetto a quelle disponibili – sottolinea -. Ma vorrei anche approfittare per esprimere ancora una volta il mio ringraziamento a quanti si sono prodigati senza riserve per preservare dal contagio gli ospiti della casa di riposo R.Murri di Montecassiano in questi mesi veramente complicati e che, oltre ai medici, sono tutti gli operatori sanitari, gli infermieri, il personale di cucina, gli addetti alle pulizie e sanificazioni e la responsabile comunale del servizio i quali, con il supporto e la direzione dell’amministrazione comunale e la preziosa professionalità dell’Ircer, hanno fatto sì che il virus sia rimasto fuori dall’istituto permettendo addirittura i contatti con i familiari con la “stanza degli abbracci” e che gli ospiti di Montecassiano siano stati tra i primi in provincia di Macerata ad essere vaccinati. La consigliera Cingolani dimentica purtroppo di spendere alcuna parola di ringraziamento verso gli operai comunali che in tempi brevissimi hanno sistemato l’esterno del capannone comunale come lei stessa aveva sollecitato con un’interrogazione comunale e come ha potuto constatare di persona effettuando un accesso al capannone pochi giorni fa – precisa Acciarresi – . Oltretutto tale interrogazione, come da lei stessa affermato, le era stata ispirata dall’aver ricevuto foto anonime da parte di qualcuno che si era quindi introdotto senza autorizzazione in una proprietà comunale, fatto che avrebbe dovuto denunciare in qualità di pubblico ufficiale e che non mi sembra abbia fatto. Sembrerebbe che svolga il suo ruolo per polemizzare contro l’amministrazione e non per difendere e promuovere il bene comune – conclude l’assessora -. Cercare di fare colpo sull’opinione pubblica con il sensazionalismo a qualcuno può sembrare fare politica mentre, soprattutto nelle amministrazioni comunali, fare politica è lavorare per fare sì che i cittadini abbiano servizi di qualità e opere pubbliche.

«Grazie ai nostri medici di base sono iniziati i vaccini a domicilio»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X