Berlusconi incontra i “suoi” sindaci
Anche Ciarapica alla call online

CIVITANOVA - Il primo cittadino in collegamento per l'appuntamento voluto dal presidente di Forza Italia: «La rapidità di risposte date da me e dalla mia giunta ha consentito di salvare vite umane»
- caricamento letture
ciarapica

Fabrizio Ciarapica in videoconferenza con Silvio Berlusconi e gli altri sindaci di Forza Italia

 

Il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha organizzato una video conferenza questa sera con tutti i sindaci di Forza Italia. Alla call è stato invitato a partecipare anche il sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica. Alla riunione hanno partecipato oltre al coordinatore degli Enti locali Maurizio Gasparri, la senatrice Bernini, il vice presidente dell’Anci, Roberto Pella, il sindaco Brugnaro di Venezia, il sindaco di Trieste Di Piazza e circa 70 sindaci di tutto il territorio nazionale.

«L’intervento del Presidente – dice il Comune in una nota -, come sua caratteristica ha avuto un tono molto cordiale che è iniziato con il bel risultato serale della partita della sua nuova squadra di calcio che è il Monza. Poi è entrato nel merito degli argomenti rivolgendosi a i sindaci come la vera istituzione del fare, vicina ai cittadini con la passione civile e autentica per la propria terra e per la propria gente».

Berlusconi durante la videoconferenza: «Mi rivolgo ai sindaci di Forza Italia ma anche ai tanti sindaci civici che hanno ritenuto opportuno affiancarci. Voi sindaci, soprattutto quelli delle piccole e medie città che sono i veri tutori della vita delle famiglie. Vorrei che questo dialogo con tutti voi diventasse un dialogo costante affinché possiate apportare le vostre idee, le vostre richieste le vostre istanze, perché siete gli unici ad avere il contatto diretto con i cittadini e alle loro esigenze. La vostra azione di governo è l’unica che si possa misurare con mano. Io voglio ripartire da voi per dare nuovo impulso al nostro partito. Per far sì che possiate ristabilire un rapporto con i cittadini che sono delusi della politica e che chiedono alla politica di essere presente e di risolvere concretamente i loro bisogni. Nessuno meglio di voi lo può fare. Dobbiamo restituire alla politica dignità, coerenza e concretezza. E noi come partito all’interno del parlamento e all’opposizione di governo abbiamo dimostrato sempre responsabilità in difesa dei cittadini. Siamo l’unica forza con i valori occidentali, liberali, garantisti ed europeisti. Non era mai esistito un partito come il nostro che avesse un progetto di grande respiro liberale».

Ha continuato il Presidente Berlusconi: «Voglio ricordare che nella nostra coalizione di centro destra siamo fondamentali, senza il nostro appoggio non avremmo potuto portare a casa tante città e tante regioni. I nostri valori liberali sono in contrasto con le dittature, con la dittatura cinese o gli estremisti islamici così come siamo in linea con i principi europei in risposta soprattutto alla pandemia. Oggi solo grazie all’Europa avremo tutti e gratuitamente un vaccino contro il covid e questo è un risultato straordinario. L’Italia da sola non avrebbe potuto fare nulla. Grazie a tutte le iniziative economiche come il Recovery Fund e il Mes – Mes che noi continuiamo a dire di essere fondamentale per il rilancio delle infrastrutture ospedaliere e per la ricerca. Ci siamo battuti quotidianamente con l’onorevole Tajani in Europa e nel Ppe per avere tutto questo, sono opportunità queste che non vanno sprecate. Ecco – concludendo ha dichiarato Berlusconi – io vorrei che le energie migliori per il Paese venissero proprio dalle città e dai suoi sindaci, puntando sui giovani, sulla digitalizzazione e sulle infrastrutture. Io sono a disposizione, noi siamo a disposizione per portare le vostre istanze a livello centrale».

call-berlusconi-ciarapica

La call di questa sera. In fondo a destra Silvio Berlusconi

Anche il sindaco Fabrizio Ciarapica ha preso la parola ringraziando per l’opportunità il Presidente Berlusconi. «Mi sento di condividere pienamente il suo intervento presidente Berlusconi, sui valori della libertà. Sono convinto che la classe dirigente rappresentata dai sindaci di Forza Italia e dei civici ad essa collegati siano veramente capaci e preparati. Così come mi trovo d’accordo sul fatto che per il bene dei cittadini a volte bisogna essere coerenti e avere senso di responsabilità come è successo a me in questa fase pandemica. Questo 2020 segnato dalla pandemia ha trovato tutti noi impreparati ma comunque fortemente motivati a combattere questa guerra al fianco dei nostri cittadini. In particolare Civitanova Marche ha potuto contribuire fattivamente al contrasto del covid attraverso la messa a disposizione del nostro centro fieristico per l’allestimento di un Covid Center realizzato dal suo ex collaboratore Guido Bertolaso con il quale ho intrapreso una amicizia sincera e profonda. La rapidità di risposte date da me e dalla mia giunta ha consentito di salvare vite umane sia nella prima ondata che, soprattutto, in questa seconda. Mi sono messo a disposizione di una giunta regionale (quella precedente) targata Pd perché credo fortemente nella collaborazione delle forze politiche quando queste fanno l’interesse comune. Io l’ho fatto mi sono battuto e oggi ne sono orgoglioso. Ho evitato con tutte le mie forze che il nostro ospedale cittadino, in questa seconda ondata pandemica, fosse riconvertito completamente in Covid Hospital tutelando così la salute di tutti gli altri cittadini che hanno avuto un facile accesso all’ospedale potendo continuare le cure ordinarie. Per me tutto questo è stato motivo di sincero orgoglio. Per quanto riguarda più in generale la politica, anche a livello nazionale, sebbene ripercussioni ne abbiamo anche sul locale, temo fortemente le estremizzazioni. Non condivido affatto le derive autoritarie di questo Governo che con la scusa della pandemia rimane asserragliato togliendo libertà e non avendo alcuna visione e programmazione sul futuro del nostro Paese. Anche oggi in Senato abbiamo assistito ad una pagina triste della nostra democrazia. Auspico fortemente che il nostro partito Forza Italia possa riportare il centro destra verso un centro moderato di responsabilità ma soprattutto di principi liberali. Auguro – ha concluso Ciarapica – ancora che il partito nazionale riprenda un collegamento fattivo e quotidiano con le province e con le città. Da qui devono partire proposte e soprattutto personalità in grado di rappresentare le esigenze dei nostri cittadini anche a livello centrale, come oggi ha ribadito lei facendolo con questo gesto riunendoci tutti in un unico momento per mantenere vivo il contatto fra noi e confrontarci sulle nostre problematiche e andare avanti tutti insieme per costruire un futuro migliore per i nostri figli».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =