Moretti e De Santis ribaltano il Fano,
Matelica chiude il 2020 con una vittoria

LEGA PRO - Al Mancini gli uomini di Colavitto vanno sotto dopo il rigore di Barbuti e poi vincono 2 a 1 consolidando la zona playoff
- caricamento letture
Fano-Mate-2-650x488

A fine partita arriva il classico selfie con i giocatori del Matelica in festa

 

di Michele Carbonari 

Il Matelica espugna Fano in rimonta e consolida la posizione playoff. Al Mancini i ragazzi di Colavitto si aggiudicano il secondo derby marchigiano consecutivo, dopo il colpaccio di San Benedetto (nel mezzo, rinviato il match contro il Carpi, da recuperare nel 2021). Come al Riviera delle Palme, i biancorossi vanno sotto dopo pochi minuti: Barbuti sblocca su rigore. Il Matelica ribalta e decide la partita a cavallo dell’intervallo grazie a due incornate, di Moretti nel recupero e capitan De Santis raddoppia ad inizio ripresa. Con i tre punti odierni il club di Canil sale a quota 25 con una gara da recuperare e chiude un 2020 straordinario. Il 10 gennaio all’Helvia Recina di Macerata arriverà il Perugia del maceratese Federico Melchiorri.

Federico-Moretti

Un’esultanza di Moretti

La cronaca della gara il cui fischio d’inizio è stato posticipato dalle 17,30 alle 20. Come nella trasferta di San Benedetto, il Matelica va sotto già al 6′: Magri atterra un giocatore del Fano in area, Barbuti sbaglia il secondo rigore consecutivo grazie al grande intervento di Cardinali, che intuisce alla sua destra, ma la sfera resta lì e il numero nove granata insacca per l’1 a 0. Il Matelica è costretto quindi ad inseguire e si affaccia in avanti pericolosamente al 21′, quando Moretti calcia e viene contratto in angolo. Dal corner Peroni prova di testa ma un difensore locale libera nei pressi della linea. I biancorossi non riescono ad essere incisivi come il Fano, che al 39′ sfiora il raddoppio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo un difensore del Matelica salva sulla conclusione ravvicinata di Brero. Tutto il Fano reclama il gol, ma l’arbitro e il guardalinee non la pensano allo stesso modo. Gli uomini di Colavitto pareggiano però in pieno recupero: prima Meli salva miracolosamente su tap-in di Leonetti, nulla può qualche istante dopo sul colpo di testa di Moretti (che raccoglie una sponda di Cason). Al 52′ Peroni si incunea in area e con un diagonale destro lambisce il palo. Un paio di minuti e Bordo prova la botta da fuori, deviato in angolo. Dal corner capitan De Santis incorna e sigla il 2 a 1. La partita è combattuta ma il Fano non riesce a rendersi pericoloso (a parte un gol annullato per fuorigioco a Barbuti) grazie alla grande prestazione del Matelica, che porta a casa il bottino pieno e nel finale sfiora il tris con Moretti (sull’esterno della rete all’88’).

Esultanza-De-Santis

Un’esultanza di DE Santis

Il tabellino:

FANO (4-2-3-1): Meli; Cargnelutti, Brero, Bruno, Paolini; Amadio, Carpani (75′ Said); Marino (63′ Parlati), Ferrara (63′ Nepi), Baldini (84′ Longo); Barbuti (75′ Mainardi). A disp.: Viscovo, Santarelli, Isacco, Zigrossi, Di Sabatino, Rillo. All.: Destro.

MATELICA (4-3-3): Cardinali; Fracassini, Cason, De Santis, Magri; Bordo, Pizzutelli, Balestrero; Peroni (75′ Volpicelli), Moretti, Leonetti (66′ Franchi). A disp.: Martorel, Puddu, Di Renzo, Barbarossa, Rossetti, Santamarianova, Baraboglia, Calcagni, Masini, Ruani. All.: Colavitto.

ARBITRO: Taricone di Perugia.

ASSISTENTI: Agostino di Cinisello Balsamo e Moroni di Treviglio.

QUARTO UOMO: Catanzaro di Catanzaro

RETI: 6′ Barbuti (F), 45’+1′ Moretti (M), 54′ De Santis (M)

NOTE: partita giocata a porte chiuse. Ammoniti: Magri, Amadio, Moretti, Brero, Bruno, De Santis, Volpicelli, Said. Recupero: 7′ (2’+5′)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X