Scoperto mentre ruba,
stacca l’asse di una panchina
e minaccia proprietaria di uno scooter

CIVITANOVA - La donna era scesa a controllare il motorino e ha trovato un malvivente che invece di fuggire, prima l'ha accusata di essere lei la ladra, poi brandendo un pezzo di legno le ha detto: «Ti ammazzo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
panchina

La panchina danneggiata dal malvivente

 

Tenta di rubare uno scooter e scoperto minaccia la proprietaria: «Ti ammazzo». Ha sventato il furto del suo scooter Scarabeo e di alcune biciclette parcheggiate in un condominio confinante una donna residente in via Cavallotti, che scesa sotto col suo cane ha trovato un balordo che stava provando a far partire il suo ciclomotore per rubarlo. E’ successo attorno alle 14,40 in un condominio di via Cavallotti, nel quartiere San Marone di Civitanova. La figlia della donna ha sentito mettere in moto il motorino che si trovava nel loggione dello spazio comune e insospettita ha invitato la madre a controllare. La donna è scesa col cane e appena ha aperto la porta si è trovata davanti un ragazzo straniero che stava smontando pezzo pezzo lo scooter: «avevo sentito l’accensione e il rumore inconfondibile dello scooter di mia mamma – ha raccontato la figlia – e quando lei è scesa approfittando per controllare e far uscire il cane si è trovata davanti questo tizio. Lo ha affrontato dicendogli cosa stesse facendo. Le ha risposto che quello era il suo scooter, che in realtà la ladra era lei e che stava arrivando la polizia». La donna ha allora preso il telefono e chiamato i carabinieri. A quel punto però il malvivente con un piede ha sradicato l’asse di una panchina in legno e con quello ha minacciato la donna: «Le diceva vieni qua che ti ammazzo, ti ammazzo. Intanto dal condominio confinante un suo complice stava rubando delle biciclette e aveva in mano una pala con cui provava a forzare i catenacci delle biciclette». La donna ha cercato di trattenere, nonostante le minacce, i due ladri nell’attesa dell’arrivo delle forze dell’ordine, ma quando anche alcuni vicini si sono affacciati e il cane della residente ha iniziato a ringhiare e a mostrarsi aggressivo, vista la mala parata, i due se la sono data a gambe. Sul posto pochi minuti dopo sono intervenuti i carabinieri di Civitanova che hanno ascoltato le testimonianze e l’identikit dei due malviventi.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X