Giornate del Cuia,
eventi in via telematica:
c’è anche il ministro Manfredi

CAMERINO - Unicam detiene il coordinamento del Consorzio interuniversitario italiano per l’Argentina, presidente è l'ex rettore Flavio Corradini. Domani e il 3 dicembre incontri online
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
flavio-corradini-2-650x433

Il docente Flavio Corradini, ex rettore di Unicam

 

Al via le giornate del Cuia (Consorzio interuniversitario italiano per l’Argentina), cominceranno domani e si svolgeranno in via telematica. Il Cuia è stato promosso nel 2004 proprio dall’Università di Camerino, che ne detiene il coordinamento, in accordo con il Consiglio interuniversitario nazionale dell’Argentina e con il sostegno del nostro ministero dell’Università. Presidente del Cuia è Flavio Corradini, ex rettore Unicam.

Apriranno i lavori le autorità istituzionali, tra le quali il ministro per l’Università e la Ricerca Gaetano Manfredi, la vice ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale Marina Sereni, l’ambasciatore d’Italia in Argentina Giuseppe Manzo, l’ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia Roberto Carlés, il secretario de políticas universitarias del ministerio de Educación de Argentina Jaime Perczyk. Saranno illustrate le attività in corso e le nuove prospettive, tra le quali il programma di collaborazione Enel Argentina, l’iniziativa con Circolo giuridico di Argentina e le reti universitarie argentine Unir e Runbo. Saranno poi presentati i progetti ammessi a finanziamento nel bando Cuia-Conicet 20-21 e sarà dato il benvenuto alle due new entry del Consorzio. La seconda giornata sarà invece dedicata all’approfondimento del Covid tra Italia e Argentina, con interventi programmati in ambiti tematici quali politica ed economia, educazione, sociale e salute. Il rettore Unicam Claudio Pettinari terrà una relazione sull’organizzazione delle Università italiane di fronte alla pandemia. L’incontro sarà anche l’occasione per la firma di un protocollo d’intesa tra il Cuia e la Red de Científicos Argentinos en Italia.

«Sono attualmente 29 le università pubbliche italiane che fanno parte del Consorzio – sottolinea Flavio Corradini – che collaborano in maniera bilaterale con l’Argentina, su temi quali ricerca, formazione, trasferimento tecnologico e sviluppo territoriale. Abbiamo due momenti di sintesi e confronto importanti nel corso dell’anno: a primavera si svolgono le Giornate Cuia in Argentina, mentre in autunno si tengono le Giornate Cuia in Italia, nel corso delle quali vengono illustrate le numerose attività poste in essere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X