Campagna Amica apre i battenti
Mercato al coperto e consegne a casa

MACERATA - Gli agricoltori Coldiretti nei 300 metri quadri di via Morbiducci. Oggi il taglio del nastro. Il presidente Fucili: «Diamo un segnale importante per la città e alle aziende in un momento così difficile. Soprattutto viene recuperata un’area prima degradata»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
campagna-amica-macerata-taglio-nastro

Il taglio del nastro degli spazi di Campagna Amica a Macerata

 

Un angolo di cultura del cibo e di educazione alimentare oggi, un luogo dove partecipare a degustazioni guidate, assistere a show cooking, domani, quando saremo usciti dall’emergenza sanitaria. Molto più che un semplice mercato delle erbe tradizionale, ha aperto questa mattina a Macerata il nuovissimo Mercato coperto di Campagna Amica. Si trova in via Morbiducci 5, all’inizio di corso Cavour. 

agricoltoriL’obiettivo di Coldiretti Marche è aprirne uno per ogni provincia. Un percorso iniziato lo scorso anno con Ascoli Piceno e arrivato oggi alla sua seconda tappa. Il Covid ha rallentato la corsa ma nel prossimo anno sono attesi Fermo, Ancona e Pesaro. Intanto Macerata. Dove l’apertura non è stata, per via delle restrizioni di dpcm e ordinanze, come si sarebbe voluto ma anche in questo caso gli agricoltori si sono rimboccati le maniche. «A chi ci è venuto a trovare – spiega il presidente di Coldiretti Macerata, Francesco Fucili – abbiamo regalato l’agribag, nata nei nostri agriturismi per non sprecare il cibo. Con la pandemia abbiamo iniziato a utilizzarla per l’asporto e ora, visto che non si poteva fare un’inaugurazione come volevamo noi abbiamo pensato di fare un dono ai cittadini per poter portare le eccellenze del territorio a casa». Eccellenze che arrivano da 18 aziende agricole del territorio e trovano spazio oltre 300 metri quadrati al civico numero 5 di via Morbiducci.

«Con questa apertura – ha aggiunto il presidente Fucili – diamo anche segnale importante per la città e alle aziende in un momento così difficile. Soprattutto viene recuperata e restituita alla città un’area prima degradata». Tra i banchi si potranno trovare carne, frutta e verdura, pesce dell’Adriatico, olio extravergine d’oliva, salumi della tradizione, formaggi freschi e stagionati, pasta, pane contadino, miele, vino, birra agricola, porchetta, zafferano e cosmesi a base di lavanda.

verduraIl Mercato Coperto di Campagna Amica a Macerata sarà aperto tutti i mercoledì dalle 8 alle 13 e il sabato a orario continuato dalle 8 alle 19.30. Sarà anche il quartier generale delle consegne a domicilio, servizio lanciato dagli agricoltori nei mesi del lockdown e ripreso ora con questa seconda ondata. Consegne al mercoledì e al sabato con la possibilità di effettuare ordini entro martedì o venerdì (tel 3351893626, 3346152962) Al taglio del nastro hanno preso parte insieme a Fucili anche il vescovo Nazzareno Marconi, la presidente di Coldiretti Marche Maria Letizia Gardoni, l’assessore regionale all’Agricoltura Mirco Carloni, il consigliere regionale Andrea Putzu, il presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini e il sindaco Sandro Parcaroli.

Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche: «Abbiamo discusso molto sulla tempistica di questa inaugurazione che arriva in una fase molto complessa per la nostra economia e per la tenuta sociale del suo territorio e abbiamo deciso che era il caso di andare avanti perché aprire questo Mercato di Campagna Amica significa premiare il lavoro dei nostri agricoltori, riconoscere il ruolo prezioso che svolgono soprattutto in questo periodo di grande difficoltà».

paneMirco Carloni, assessore all’Agricoltura della Regione Marche, ha aggiunto: «Credo che Campagna Amica rappresenti il cuore di un valore, in termini di ambiente e di biodiversità, che abbiamo come regione. Dobbiamo fare a frutto questa potenzialità, creando economia e dando modo ai contadini di poter continuare a fare il proprio lavoro e produrre eccellenze. Gli agricoltori non chiedono assistenzialismo, chiedono di poter lavorare, di poter entrare nei mercati e vendere i loro prodotti. Il settore primario nel tempo è stato trascurato e la concorrenza internazionale ci ha travolti ma la qualità resta nostra: noi possiamo sostenere queste aziende agricole acquistando i loro prodotti».

 

agribag



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X