Matelica, che blitz a Legnago:
Bordo e Pizzutelli firmano la rimonta

SERIE C - I biancorossi tornano a vincere in trasferta dopo l'exploit di Trieste all'esordio in Lega Pro. Sotto di un gol, gli uomini di Colavitto ribaltano la sfida in Veneto e portano a casa il secondo successo consecutivo
- caricamento letture
Esultanza-Matelica-3-650x432

L’esultanza dei biancorossi (foto Matelica Calcio)

Il Matelica supera il mal di trasferta e batte in rimonta il Legnago per 2 a 1. Il successo lontano dall’Helvia Recina mancava dalla prima giornata, quando i biancorossi sbancarono il Rocco di Trieste all’esordio in Lega Pro. Oggi, nell’infrasettimanale del decimo turno, capitan Bordo (squalificato De Santis) e il neoentrato Pizzutelli ribaltano nella ripresa il vantaggio veneto firmato Morselli a fine primo tempo e regalano a patron Canil la seconda vittoria consecutiva, che trascina il Matelica in piena zona playoff a quota 17 punti (terzo posto virtuale, in attesa delle altre partite che si giocheranno in serata). Gli uomini di Colavitto si prepareranno al meglio, dunque, per la prossima partita, ancora lontano dalle mura amiche: domenica prossima, alle 15, appuntamento sempre in Veneto, ma in quel di Padova.

Legnago-2-325x217

I titolari (foto Matelica Calcio)

La cronaca. Il primo tempo è piacevole e le due squadre si affrontano a viso aperto, creando diverse palle gol. Al 6′ Gasperi è il primo a provarci, dopo aver scambiato con Ricciardi. Tre giri di lancette e Calcagni con una deviazione impegna Pizzignacco in angolo. Ci si avvia alla metà della frazione con un botta e risposta: Bondioli, a portiere battuto, salva sulla linea il mancino di Franchi, mentre Cardinali smanaccia in corner il tentativo di Ranelli defilato in area. Al 24′, invece, Balestrero spizza di testa per Leonetti che di destro, a giro, spaventa la retroguardia del Legnago. Sul fronte opposto, un minuto dopo, l’estremo difensore biancorosso salva ancora su Ranelli. Alla mezz’ora Masini se ne va sulla destra e crossa per Balestrero, che gira centralmente di testa ma è una telefonata per Pizzignacco. Il match si sblocca dieci minuti più tardi, in favore del Legnago. Scorre il 40esimo quando Morselli sguscia via dalla propria metà campo e arriva al limite dell’area opposta palla al piede, serve sulla destra il solito Ranelli il quale rimette al centro dove in agguato c’è lo stesso Morselli che con un collo-esterno al volo beffa Cardinali con una parabola imprendibile. Il Matelica ha un sussulto prima dell’intervallo, ma la botta di Calcagni, servito da Balestrero, sbatte sul portiere locale.

Colavitto-1-325x217

Mister Colavitto (foto Matelica Calcio)

La ripresa si apre con il pareggio biancorosso, grazie a capitan Bordo che al 49′ raccoglie una respinta e spara al limite di collo pieno e insaccando la sfera alla destra del portiere. È un monologo dei ragazzi di Colavitto, i quali vanno vicini al vantaggio con Volpicelli, che di sinistro centra l’incrocio dei pali, e con Franchi, che sfiora il montante. L’unico acuto del Legnago (62′) è ad opera del solito Morselli, Cardinali neutralizza in volo il suo calcio piazzato dal limite. Gol mangiato, gol subito. È proprio una punizione a condannare i padroni di casa. Al 68′ Franchi conquista con caparbietà un ottimo fallo dai trenta metri, il neoentrato Pizzutelli batte sistema la sfera e pennella a scavalcare la barriera non lasciando scampo a Pizzignacco. Il sorpasso premia la mossa di mister Colavitto, che getta appena due minuti prima aveva gettato nella mischia l’autore del gol insieme a Moretti e Martorel. Fino al triplice fischio non si vivono grandi emozioni, se non quelle del Matelica che stringe i denti e porta a casa il bottino pieno (all’80’ Balestrero può arrotondare il punteggio ma trova la risposta di Pizzignacco).

Il tabellino:

LEGNAGO SALUS (4-3-1-2): Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Pellizzari, Ricciardi (37’ s.t. Perna); Antonelli (24’ s.t. Giacobbe), Gasperi, Ranelli; Morselli; Grandolfi (16’ s.t. Chakir), Rolfini (37’ s.t. Girgi). A disp.: Pavoni, Senese, Ruggero, Mazzali. All.: Massimo Bagatti.

MATELICA (4-3-3): Cardinali (21’ s.t. Martorel); Masini, Cason, Magri, Maurizii; Calcagni (21’ s.t. Pizzutelli), Bordo (44’ s.t. Barbarossa), Balestrero; Volpicelli (21’ s.t. Moretti), Leonetti, Franchi. A disp.: Puddu, Fracassini, Di Renzo, Santamarianova, Baraboglia, Peroni, Ruani. All.: Gianluca Colavitto.

ARBITRO: Madonia di Palermo.

ASSISTENTI: Santarossa di Pordenone e Piatti di Como.

QUARTO UOMO: Calzavara di Firenze.

RETE: 40’ p.t. Morselli, 49′ Bordo, 68′ Pizzutelli.

NOTE: gara giocata a porte chiuse. Ammoniti: Girgi, Cason e Morselli. Angoli: 9-5. Recupero: 4′ (0’+4′).

Legnago

I biancorossi a Legnago prima del match (foto Matelica Calcio)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X