Unicam, protocollo d’intesa
per valorizzare le Grotte di Frasassi

CAMERINO - Sabato la firma del rettore Claudio Pettinari, del sindaco di Genga Marco Filipponi e del vicepresidente del Consorzio Frasassi Lorenzo Burzacca.
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Firma-Frasassi

La firma del protocollo

 

Sottoscritto il protocollo d’intesa fra l’Università di Camerino, il Consorzio Frasassi e il Comune di Genga, che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio geologico, naturalistico e ambientale dell’importante comprensorio montano che ricade all’interno del Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Lo scorso sabato 24 ottobre, nel palazzo comunale di Genga, hanno firmato il Rettore dell’Università di Camerino Claudio Pettinari, il sindaco di Genga Marco Filipponi e il vicepresidente del Consorzio Frasassi Lorenzo Burzacca. Presenti anche il vicesindaco di Genga David Bruffa, il responsabile designato del protocollo d’intesa Emanuele Tondi (anche direttore della sede Ingv di Unicam), Stefano Mazzoli direttore della Sezione di Geologia di Unicam, Maria Chiara Invernizzi ed Pietro Paolo Pierantoni, responsabili rispettivamente delle attività di orientamento e delle attività di stage e tirocinio del corso di laurea in Scienze Geologiche e Tecnologie per l’Ambiente di Unicam, il presidente dello Spin-off Geomore di Unicam Riccardo Teloni e il consigliere dell’Ordine dei Geologi delle Marche Fabrizio Bendia.

Frasassi

La visita alle Grotte di Frasassi

In quest’area, oltre al rinomato complesso carsico delle Grotte di Frasassi, è affiorante la successione sedimentaria umbro-marchigiana nella sua interezza, con caratteri e peculiarità che, grazie a questa collaborazione con la Sezione di Geologia di Unicam, potranno essere approfondite e messe in risalto, rendendole fruibili a cittadini e turisti. Lo step immediatamente successivo, già in fase di predisposizione, è l’allestimento a Frasassi di un punto di riferimento anche logistico per le diverse competenze di Unicam. Questa costituirà un punto strategico da cui intraprendere le escursioni didattiche per scolaresche e studenti universitari. Inoltre, faciliterà lo sviluppo di specifici progetti ed iniziative pianificati congiuntamente da Comune, Consorzio ed Università. La sezione distaccata di Unicam potrà anche ospitare laboratori scientifici, utili per lo svolgimento di ricerche, per le tesi di laurea e per la didattica in generale. Essa fungerà da sede per l’organizzazione di seminari ed eventi ospitabili nel comprensorio, anche di carattere internazionale, e rappresenterà la base di lavoro per approfondire le conoscenze geologiche dell’intera area, utili anche per la predisposizione di una rete di itinerari turistici intersecanti i numerosi geositi presenti.

pettinari

Il rettore di Unicam Claudio Pettinari

«Siamo davvero molto soddisfatti – ha sottolineato il rettore Pettinari – di aver formalizzato questo accordo di collaborazione, che riguarda tematiche di stringente attualità e che sono al centro delle attività di ricerca della nostra sezione di Geologia. Ringrazio tutti i colleghi coinvolti, che metteranno a disposizione le proprie competenze per la salvaguardia del nostro territorio». «L’idea – spiega il professor Tondi – nasce dalla fattiva volontà dei vari enti di instaurare una reciproca sinergia: il Comune di Genga si è dimostrato aperto ed attento nei confronti di una politica ambientale consapevole e sostenibile, che punta ad intercettare e promuovere il turismo conoscitivo all’interno del proprio territorio. Il Consorzio ha accolto in modo costruttivo la proposta di una collaborazione con l’Università per approfondire le conoscenze all’interno delle grotte di Frasassi, con la possibilità di sviluppare e valorizzare nuovi aspetti e tematiche scientifiche. L’Università, dal suo canto, da sempre promuove la ricerca ed incentiva la diffusione della cultura geologica e ambientale, anche ai fini dell’adozione di buone politiche preventive volte alla salvaguardia delle risorse ed alla valutazione dei rischi naturali». La speranza è che tramite la condivisione delle conoscenze e delle esperienze, venga implementata la qualità dell’offerta in tutti i settori d’interesse, con conseguenti auspicabili ripercussioni anche dal punto di vista occupazionale. In tale progetto la geologia fungerà da volano per lo sviluppo del territorio, andando di diritto ad assumere un ruolo centrale all’interno di un comprensorio in cui essa si manifesta in tutta la sua maestosità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X