Addio a Bruno Antonini,
il cuoco artista di Castelraimondo

LUTTO - Aveva 68 anni, da tempo lottava contro un male. All'ombra del Cassero gestiva con la moglie Maria ed i due figli Riccardo e Angela la storica locanda Tre Stelle, il sogno realizzato della sua gioventù. Il funerale domani alle 15,30 nella chiesa della Sacra Famiglia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
bruno-antonini

Bruno Antonini

E’ morto questa notte nella sua abitazione il cuoco artista di Castelraimondo, il ristoratore Bruno Antonini. Aveva 68 anni, da tempo lottava contro un male incurabile. All’ombra del Cassero gestiva con la moglie ed i due figli la storica locanda Tre Stelle, il sogno realizzato della sua gioventù. Da giovane era partito per Roma, lavorando per anni negli alberghi della capitale, come portiere ed apprendendo l’arte della buona cucina. A Roma aveva conosciuto la moglie Maria ed insieme a lei aveva preso in gestione la trattoria, trasformandola negli anni in un locale sempre apprezzato per le specialità culinarie locali, rivisitate in modo innovativo. A Castelraimondo tutti conoscevano la sua verve artistica: da giovane si era impegnato nella Pro loco ed in varie associazioni a dare vita a manifestazioni originali come il Pazzo Agosto, una sorta di carnevale estivo, ma soprattutto al Girotondo show, una Corrida ante litteram che riusciva a coinvolgere tutto il paese e che una decina di anni fa aveva rispolverato con successo. Si era prodigato per organizzare alcune edizioni ed era tornato ad occuparsi di spettacoli, organizzando selezioni canore. Amava cantare e suonare, da giovane aveva fatto parte di alcuni gruppi locali, nel suo locale non mancavano le tastiere e l’impianto per allestire il Karaoke. Ha trasmesso la passione per la ristorazione al figlio Riccardo che insieme alla sorella Angela porta avanti la tradizione di famiglia. Era stato dirigente della squadra di calcio locale, la Folgore Castelraimondo e da giovane anche corrispondente locale del Corriere Adriatico. Negli ultimi anni si era dedicato con grande affetto al nipotino con cui si è potuto vedere in giro fino a poco tempo fa, nonostante la malattia ogni giorno continuava a recarsi al ristorante. Chi lo ha conosciuto, lo descrive come un uomo allegro, pieno di idee, dalla battuta pronta, profondamente legato alla sua famiglia ed al suo paese. I funerali si svolgeranno domani alle 15.30 nella chiesa della Sacra Famiglia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X