Appartamento in centro base dello spaccio,
blitz della Squadra Mobile all’alba:
arrestato un 20enne

MACERATA - Gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione dopo averlo pedinato a lungo una volta arrivato in città da Milano. Il giovane è in carcere
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

polizia-squadra-mobile-600-300x225-1

 

Era giunto a Macerata per conquistare la piazza dello spaccio, ma dopo un lungo pedinamento e un blitz fulmineo degli uomini della Squadra Mobile, guidati dal Commissario capo Matteo Luconi, è stato arrestato. Lo spacciatore è un 20enne della Guinea arrivato nel capoluogo da Milano. Aveva installato la propria base logistica in un appartamento nel cuore del centro, da cui cercava di controllare il traffico della cocaina a Macerata. Gli investigatori della Squadra Mobile, però, non avevano perso le sue tracce da quando, la sera prima, aveva messo piede a Macerata, proveniente da fuori. Ore di pedinamenti e appostamenti, senza mai perderlo di vista, hanno consentito di individuare il suo rifugio, al secondo piano di un immobile in centro, nell’appartamento che condivideva con altri due connazionali, rimasti estranei ai fatti contestati.

matteo-luconi-3-325x217

Il commissario capo Matteo Luconi

Tanto è bastato a far scattare il blitz della Polizia alle prime luci dell’alba. Sei poliziotti della Squadra Mobile hanno fatto irruzione a casa dell’uomo, già colpito da provvedimento di carcerazione a tre anni e mezzo di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti a Milano, immobilizzandolo, mentre cercava, invano, di darsi alla fuga. E’stato arrestato. Il Qquestore Pignataro sottolinea, ancora una volta, l’importanza «dell’impegno messo in campo dagli uomini della Polizia  della Questura di Macerata nell’arginare i tentativi della criminalità straniera e, in particolare, di quella nigeriana, affiancata da quella guineana, di riconquistare sempre maggiori spazi alle attività di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ solo col sostegno dell’intera comunità e, in modo particolare, dei sindaci, i quali si riconoscono e si identificano nelle Forze di Polizia, cui va un sentito plauso per la disponibilità che forniscono quotidianamente per far prevalere il bene sul male e contrastare ogni forma di illegalità».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X