Discarica provinciale
«Castelraimondo dica no
alle zone martoriate dal sisma»

INTERROGAZIONE dei consiglieri d'opposizione Renato De Leone e Claudio Cavallaro dopo l'individuazione da parte dell'assemblea dei sindaci di alcuni territori vicini
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Renato-De-Leone-e-Claudio-Cavallaro

Renato De Leone e Claudio Cavallaro

 

Discarica provinciale, l’opposizione interroga l’amministrazione di Castelraimondo. «Avuto notizia della riunione dei sindaci della provincia di Macerata di pochi giorni fa – spiegano Spiegano Renato De Leone e Claudio Cavallaro di Identità e Futuro – nella quale si sarebbe dibattuto dell’ipotesi di installazione di una discarica in alcuni territori comunali adiacenti a quello di Castelraimondo, esprimiamo forte preoccupazione che tale decisione possa gravare ulteriormente sul territorio e gli abitanti del nostro e dei comuni limitrofi, fiaccati non solo dalla pandemia ma pure e soprattutto dalle rilevantissime problematiche connesse alla ricostruzione post-terremoto. A tal fine, abbiamo ritenuto necessario interrogare il sindaco, che ad oggi non ha espresso alcuna decisione in proposito, perché ci faccia conoscere la posizione assunta e, soprattutto, decida, come noi riteniamo fondamentale, di fare fronte comune con le amministrazioni coinvolte». Nell’interrogazione a risposta scritta, rivolta primo cittadino Renzo Marinelli, i due consiglieri scrivono: «Si ritiene fondamentale esprimere un forte dissenso a questa ipotesi e di supportare le azioni delle amministrazioni limitrofe che avversano la possibilità di veder creata una discarica in un territorio con un alto tasso di sismicità e già pesantemente martoriato da recenti eventi – prosegue l’interrogazione – si chiede di convocare la commissione consiliare deputata alla gestione delle tematiche ambientali al fine di redigere un documento unitario, da votare poi in consiglio comunale, che manifesti l’assoluta contrarietà alla creazione di una nuova discarica nel territorio del cratere sismico e di relazionarsi con le amministrazioni dei comuni potenzialmente interessate per valutare azioni collettive a tutela e salvaguardia della salute e del nostro territorio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X