facebook twitter rss

Marchiori non molla la presa:
«La giunta è schizofrenica,
serve un decreto Cura Macerata»

IL CONSIGLIERE della Lega torna ad attaccare l'amministrazione Carancini ed elenca quelli che a suo avviso sono gli errori commessi in piena emergenza coronavirus
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
62 Condivisioni

Andrea Marchiori

 

«Dopo il Cura Italia di Conte a chi toccherà fare il decreto “Cura Macerata” che impedirà a Ricotta, Carancini e giunta comunale di continuare con schizofrenia da delibere e proclami?». Se lo chiede il consigliere e candidato sindaco della Lega Andrea Marchiori, che elenca quelli che a suo avviso sono gli errori commessi dall’amministrazione comunale di Macerata in piena emergenza Coronavirus. «Gara sì, gara no grazie, anzi gara forse per la concessione della Rotonda dei Giardini Diaz – elenca il leghista – richiesta a Poste Italiane di tenere aperti più uffici ma semaforo in funzione come se niente fosse per raggiungere le poste del centro; comunicato per invitare i maceratesi a stare a casa ma anche obbligo di consegna a mano di plichi con offerte economiche; sensibilizzazione per la consegna della spesa a domicilio ma anche obbligo di speciale permesso per i negozianti che devono consegnare in centro storico dove c’è la Ztl». Da qui l’affondo finale. «Avevo segnalato a sindaco e assessore che era assurdo non posticipare i termini di scadenza per la gara di concessione della Rotonda Diaz mentre l’Italia intera era ferma, tanto più che si richiedeva di consegnare l’offerta a mano, ma la risposta è stata no e adesso ne viene fuori un gran pasticcio – conclude Marchiori – Senza entrare nel dettaglio: si poteva fare tutto tempestivamente nel rispetto delle norme e del buonsenso invece adesso l’amministrazione potrebbe paradossalmente trovarsi difronte a ricorsi. Insomma, mai come di questi tempi, è compito della politica usare la testa piuttosto che le gambe: sacrificare qualche minuto di diretta Facebook per dedicarsi non solo a parole ai bisogni maceratesi non sarebbe male».

Marchiori attacca: «Il Comune tolga la Ztl Consegnare farmaci e spesa è un’impresa»

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X