facebook twitter rss

Stroncata da un male a 59 anni,
addio alla maestra Paola Pellini

CIVITANOVA - L'insegnante è morta questa mattina alle 4 a Villa dei Pini dove era ricoverata. «Era gioiosa, estrosa, entrava nella classe e urlava "Bonjour" con le braccia spalancate» il ricordo delle colleghe. Lascia il marito e tre figli
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
5K Condivisioni

 

Paola Pellini

 

di Laura Boccanera

Addio a Paola Pellini, è morta a 59 anni la maestra della scuola d’infanzia di Via Ciro Menotti di Civitanova. Sconcerto in città per la prematura scomparsa dell’amata e apprezzata docente dell’istituto comprensivo di Via Ugo Bassi.  La maestra si è spenta questa mattina nella clinica di cura privata Villa dei Pini. Era ricoverata per un male che aveva scoperto ad ottobre e che in 5 mesi l’ha portata via a seguito di complicazioni. Mamma orgogliosa di tre figli Alida, Lorenzo e Riccardo e moglie di Dyan, era attiva come consigliere anche nella Cooperativa 13 maggio e volontaria della Fondazione Don Lino Ramini. La sua morte ha gettato nello sconforto le colleghe e amiche della scuola d’infanzia, le insegnanti e quanti hanno avuto modo di conoscerla. Da due anni, vista anche la sua vivacità e voglia di fare, era diventata referente del plesso e portava avanti con amore e gioia il mestiere di insegnante, professione che aveva scelto oltre 20 anni fa. Dal 2011 insegnava nella scuola d’infanzia di via Ciro Menotti e fin da subito si è fatta amare per il carattere espansivo, irruente ma di gran cuore e per la disponibilità verso tutti. «Bonjour, così si presentava in classe tutte le mattine – ricordano le colleghe della scuola d’infanzia – con il buongiorno in francese, credo che così la ricorderanno tutti i bambini che l’hanno avuta come maestra perché con questo saluto e le braccia spalancata come per abbracciarli tutti irrompeva nella classe ogni mattina. Come insegnante attirava l’attenzione dei piccoli con le sue movenze estrose, i suoi sorrisi esagerati e il suo modo di insegnare con tanti e diversi giochi motori. La ricordiamo allegra e sempre pronta a darti un aiuto, vulcanica, travolgente, ma allo stesso tempo molto sensibile, proprio tipico di chi ha caratteri così vivaci che nascondono una grande sensibilità. Sapeva sdrammatizzare ogni cosa, era una di quelle persone che sanno togliere la tristezza». Una delle ultime soddisfazioni per lei la laurea della figlia che era diventata dottoressa lo scorso febbraio.  «Era con noi dagli anni 80 – ricorda Galliano Micucci della Cooperativa 13 Maggio – era il collante delle nostre attività, col suo carattere sapeva mettere tutti a proprio agio, una donna dai tantissimi pregi, mai rancorosa o risentita, sempre a disposizione». Domani mattina la salma alle 8,30 sarà portata al cimitero per la tumulazione. A causa delle disposizioni contro il Coronavirus al momento non verrà svolto il funerale e la salma sarà tumulata alla sola presenza dei familiari.

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X