Sequestrata e violentata,
quattro uomini denunciati:
uno in manette per resistenza

MONTECOSARO - Una donna ha chiamato i carabinieri per chiedere aiuto ed è scattata una perquisizione all'interno dell'abitazione dove sarebbe stata costretta a subire le violenze. Uno dei denunciati, Sharafat Ali, 36 anni, ha cercato di opporsi al controllo dei militari. Durante l'udienza di convalida ha negato tutto, disposto l'obbligo di firma ed è libero
- caricamento letture

violenza-sessuale1

 

di Gianluca Ginella

Violentata da quattro uomini, uno di questi fa resistenza ai carabinieri e finisce in manette. A denunciarlo è stata una donna sui 40 anni che questa notte ha chiesto aiuto ai carabinieri riferendo quanto accaduto poco prima all’interno di una abitazione di Montecosaro. La donna si trovava nella casa di un uomo, pakistano. Oltre a lui c’erano tre suoi connazionali. Tra l’1 e le 2 di notte, secondo quanto sin qui accertato dai militari, la donna sarebbe stata violentata dai quattro uomini che l’avrebbero costretta a rimanere all’interno dell’abitazione contro la sua volontà.

Carabinieri_Archivio_Arkiv_FF-9-e1578051978202-650x384Una volta che è riuscita ad uscire la donna, italiana, ha chiamato i carabinieri. Immediatamente sono scattate le indagini dei militari della Compagnia di Civitanova. I carabinieri hanno svolto una perquisizione nella casa dove sarebbe avvenuta la presunta violenza e nel corso di questa ispezione uno dei pakistani, Sharafat Ali, 36 anni, ha fatto resistenza per impedire l’accertamento. Il pakistano è stato arrestato per resistenza e questa mattina si svolgerà l’udienza di convalida in tribunale. Sia lui che gli altri quattro suoi connazionali sono stati denunciati per violenza sessuale e sequestro di persona. Per far luce sulla vicenda e ricostruire come sono andati i fatti sono in corso le indagini dei carabinieri.

Nel primo pomeriggio si è svolta la convalida dell’arresto al tribunale di Macerata. Nel corso dell’udienza il 36enne, assistito dal legale Andrea Tuzi, ha negato tutto: ha detto che sono stati i carabinieri ad entrare con la forza e che la ragazza che ha denunciato la violenza non l’ha mai vista. Ha inoltre detto che nessuna donna ieri è entrata nella casa di Montecosaro dove si trovava. Gli accertamenti sin qui svolti dai carabinieri però vanno in direzione opposta con la ragazza che avrebbe saputo identificare tutte le quattro persone presenti dentro l’abitazione. Il pm Francesca D’Arienzo ha chiesto la misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Il giudice Barbara Cortegiano ha disposto l’obbligo di firma. Il 36enne è tornato libero.

(Ultimo aggiornamento alle 16)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X