facebook twitter rss

Infermiera da 40 anni,
Simona Porzi va in pensione

MACERATA - Fino ad oggi è stata caposala del reparto di Salute mentale e prima di Ostetricia. Il saluto dei colleghi e la festa nell’aula biblioteca dell’ospedale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
1K Condivisioni

 

Simona Porzi, al centro, festeggiata dai colleghi

 

Ultimo giorno di lavoro oggi per Simona Porzi. La coordinatrice infermieristica (caposala) ha terminato il suo lavoro all’ospedale di Macerata dopo più di 40 anni di onorato servizio. Simona ha salutato amici e colleghi nell’aula biblioteca dell’ospedale di Macerata. Sono stati in molti a salutarla, colleghi e dirigenti già in pensione che hanno ricordato con lei, tra gioie e dolori, gli anni trascorsi.

Simona Porzi

Simona ha lavorato prima come infermiera nel reparto Geriatria (quando si trovava ancora nella palazzina di Villa Cozza), successivamente come strumentista di sala operatoria in Ostetricia e Ginecologia, nella stessa Unità Operativa ha svolto poi il ruolo di caposala dove ha visto nascere tanti bambini, per poi trasferirsi come Posizione organizzativa dipartimentale nel dipartimento di Salute mentale, fino ad oggi suo ultimo giorno di servizio. Simona, ha svolto anche il ruolo di caposala didattica, nell’allora scuola infermieri professionali di Macerata, dove ha contribuito alla formazione di molti allievi, oggi infermieri che lavorano in giro per l’Italia e non solo. Le sue colleghe la ricordano tutte con molto affetto sottolineando la sua professionalità e dedizione al lavoro. «Ci mancherà sicuramente – dicono le colleghe e colleghi che rimangono in servizio –  Simona sempre disponibile e soprattutto allegra e vivace, qualità che nel nostro lavoro sono di grande aiuto non solo per i pazienti ma anche per noi colleghi. Auguriamo a Simona un futuro di riposo e svago e finalmente potrà dedicarsi ai suoi hobby e alla sua attività di volontariato che ha già iniziato presso l’oratorio del suo quartiere. Ad maiora cara Simona».

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X