facebook twitter rss

Dalle scuole alla ricostruzione,
«Soddisfatta di questi 7 mesi»

MATELICA - L'assessore ai Lavori pubblici Rosanna Procaccini sintetizza quanto fatto da quando si è insediata la nuova giunta e le idee per il 2020
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
8 Condivisioni

 

Rosanna Procaccini

 

Gli interventi per sistemare le scuole, la richiesta di fondi per la ricostruzione attraverso l’inserimento nelle graduatorie regionali, e i progetti per il 2020: l’assessore ai lavori pubblici di Matelica, Rosanna Procaccini, ha fatto un bilancio dei primi sette mesi di governo del Comune. «Sono soddisfatta del lavoro svolto in questi primi sette mesi, in considerazione delle esigue risorse finanziarie disponibili e del bilancio comunale approvato dalla precedente amministrazione – dice l’assessore -, rivolto l’attenzione ai problemi macroscopici di questa città visibili a tutti: la pulizia, l’igiene ed il decoro urbano, temi completamente trascurati negli ultimi anni. Tutto questo mentre si è intervenuti per risolvere problemi che sono stati conseguenze delle precedenti scelte politiche: ricordiamo l’intervento di consolidamento della scarpata della bretella comunale, che collega la rotatoria della Trinità al quartiere San Rocco; di tale infrastruttura abbiamo poi completato i lavori, ne abbiamo effettuato il collaudo e l’inaugurazione». Tra i primi interventi nei bagni e spogliatoi del palazzetto dello sport, sia in quelli della palestra Mancinelli: «In quest’ultima l’intervento è stato più consistente in quanto abbiamo tinteggiato, sostituito le porte degli spogliatoi, effettuato la tinteggiatura della palestra e portato a termine i lavori di rifacimento della copertura, in seguito alla rimozione della precedente in amianto, e la messa in opera dell’impianto fotovoltaico in copertura. Anche alla scuola media sono state tinteggiate sei aule, effettuata la manutenzione del parquet della sala biblioteca, sono state attivate le docce degli spogliatoi della palestra e la sostituzione dei banchi». Alla materna di via Bellini «abbiamo effettuato la tinteggiatura della sala per lo scodellamento della mensa. Opera a cui tenevo molto, è stata la realizzazione della nuova mensa con relativa sala per lo scodellamento all’istituto tecnico commerciale, che attualmente ospita alcune classi della scuola elementare». La tinteggiatura e l’arredamento di quattro camerini del teatro Piermarini riguarda altri interventi, insieme alla pulizia delle mura castellane, potature degli alberi in via Michelangelo e nei giardini pubblici. Riguardo alla ricostruzione Procaccini annuncia: «Appena insediata ho preso atto che alcuni immobili comunali non erano stati inseriti nelle graduatorie regionali per ottenere i finanziamenti sisma necessari per il loro restauro: abbiamo quindi richiesto di inserire la chiesa di Sant’Agostino e palazzo ex Filippini, il quale è stato inserito nella graduatoria per la messa in sicurezza per eseguire, cioè i lavori di somma urgenza. Diversa è stata la questione del palazzo Finaguerra. Per riaprire il museo archeologico mi sono accorta che era stato ottenuto un finanziamento di 216mila euro che non avrebbero sicuramente garantito nè il consolidamento del palazzo nè la riapertura del museo, con il rischio di perdere la somma assegnataci. Attraverso il tecnico professionista, individuato dallo stesso ex sindaco Delpriori, è stato effettuato uno studio più approfondito dal quale è emerso che, per consolidare e riaprire il museo, occorrono cifre decisamente più alte. Abbiamo richiesto pertanto di inserire nelle graduatorie sisma anche palazzo Finaguerra». I 216mila euro sono stati richiesti per il consolidamento strutturale del palazzo del Governo, accanto alla loggia dei Mercanti. Complessa la situazione delle scuole, che presentano livelli elevati nell’indice di vulnerabilità sismica, per la materna e la media: «Mi sono attivata per cercare di partecipare ai bandi Miur per ottenere finanziamenti in maniera tale da consolidare queste scuole, visto che abbiamo dovuto abbandonare l’idea di un polo scolastico unico, a causa dell’iter intrapreso dalla precedente amministrazione e constatata l’irremovibilità politica della nostra regione ad accettare modifiche rispetto a quanto già finanziato. Rimango comunque perplessa di fronte alla convenzione firmata dalla Regione Marche e dall’ex sindaco Delpriori, nel febbraio scorso, per sostituire gran parte del finanziamento ottenuto per realizzare la nuova scuola elementare, con i fondi Fesr, i quali hanno una scadenza per la loro rendicontazioni prevista per il 2022. Questo vuol dire che entro l’anno 2022 i lavori dovranno essere non solo conclusi ma addirittura rendicontati». Al momento si è concluso il concorso di idee per il progetto delle nuove elementari di via Spontini, inoltre grazie a due bandi Procaccini ha ottenuto fondi per la progettazione della scuola materna per 40mila euro e per la scuola media di 60mila euro. E’ stato dato l’incarico per il calcolo della vulnerabilità sismica dell’asilo nido. Conclude Procaccini: «Per quanto riguarda il palazzo comunale e l’edificio sede della caserma dei carabinieri, sono in procinto di pubblicazione i bandi per l’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva. Grazie al finanziamento ottenuto in seguito al decreto Salvini siamo riusciti ad asfaltare parte di viale Martiri e relativi marciapiedi, previo consolidamento del sottofondo e rifacimento dei sottoservizi ivi presenti. Visti i lavori intrapresi abbiamo approfittato per asfaltare un tratto di marciapiede in corrispondenza delle Casette dei Giardinieri ed il marciapiede, ormai impraticabile ai pedoni, lungo il Much More. Abbiamo installato l’illuminazione pubblica al campo da bocce in località Casette San Domenico e riattivato l’illuminazione pubblica al campo da basket in via Don Enrico Pocognoni. Nel 2020 abbiamo previsto un intervento di riqualificazione del verde urbano che riguarderà in gran parte i giardini pubblici, lo spiazzo Beata Mattia e piazzale Gerani. Sempre nel corso dell’anno 2020 si completerà l’installazione dell’impianto fotovoltaico al cimitero e si interverrà sull’illuminazione pubblica di via Circonvallazione. Relativamente a Palazzo Ottoni credo di poter affermare che i lavori si potranno concludere entro il prossimo anno».

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X