Mercatone Uno,
prorogata cassa integrazione
fino al 23 maggio

L'ANNUNCIO dell'assessore regionale Loretta Bravi: «Ora dobbiamo fare in modo che i punti vendita vengano acquistati o affittati da terzi e che tutto il personale venga riassorbito»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

mercatone_uno_civitanova-1-325x244

 

«Confermata la proroga della cassa integrazione straordinaria fino al 23 maggio 2020 per i dipendenti del Mercatone Uno. Tamponata l’emergenza, ora dobbiamo fare in modo che i punti vendita vengano acquistati o affittati da terzi e che tutto il personale venga riassorbito». Lo annuncia l’assessore al Lavoro Loretta Bravi in seguito all’incontro convocato questa mattina a Roma al Ministero del Lavoro. La catena comprende 55 punti vendita nel settore arredamento e casalinghi, di cui 3 nelle Marche: a Pesaro, Monsano e Civitanova. Su 1731 dipendenti 150 sono marchigiani, compresi quelli che lavoravano nello stabilimento di Colonnella in Abruzzo al confine con le Marche.

Fallimento Mercatone Uno: la merce non sarà consegnata, a rischio gli acconti versati

Mercatone Uno, spuntano possibili acquirenti. Bravi: «Accelerare sulla vendita»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X