facebook twitter rss

Picchiato e sequestrato:
«Dicci chi mi ha bruciato l’auto»

CIVITANOVA - Tre persone sono finite sotto accusa davanti al gup del tribunale di Macerata. Devono rispondere anche di rapina e lesioni. Una quarta persona è imputata per la cessione di una pistola con matricola abrasa
mercoledì 9 Ottobre 2019 - Ore 18:37 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
27 Condivisioni

 

Una spedizione per ottenere la confessione di chi fosse stato a dare fuoco ad un’auto: tre persone sono finite sotto accusa al gup del tribunale di Macerata. Una quarta invece deve rispondere di aver ceduto una pistola ad uno degli imputati. Tutto sarebbe cominciato dall’incendio di un’auto. Secondo l’accusa Fabio Pagnanini, 29 anni, con il fratello Mirko, 26, e insieme al 26enne Danny Vico, tutti civitanovesi, avrebbero invitato, il 12 febbraio 2018, ad un incontro un loro conoscente perché convinti sapesse qualcosa su chi qualche giorno prima aveva dato fuoco all’auto di Mirko Pagnanini. Poi lo avrebbero colpito alla testa e dopo averlo stordito lo avrebbero caricato su di una vettura e una volta lì, dice l’accusa, sarebbe stato colpito con calci e pugni da Vico mentre Mirko Pagnanini gli diceva: «tu sai qualcosa… io voglio sapere chi è stato a dare fuoco alla mia macchina». Vico avrebbe detto: «ti leghiamo ad un albero, ti leviamo i vestiti, fa un gran freddo la notte lassù». Poi, prosegue l’accusa, sarebbe stato fatto scendere dall’auto e colpito al volto e al corpo e Vico gli avrebbe preso il cellulare, strappandoglielo dalle mani. Alla fine 30 i giorni di prognosi riportati dall’uomo. Oltre che di rapina, gli imputati devono rispondere di lesioni e sequestro di persona. Sotto accusa davanti al gup è finita anche una quarta persona, Luigi Giuliano, che deve rispondere della cessione a Vico di una pistola con matricola abrasa. Il fatto contestato risale al 9 marzo 2018. Tutti gli imputati respingono le accuse. Oggi hanno chiesto di fare il processo con rito abbreviato e l’udienza è stata rinviata al 4 marzo. Gli imputati sono difesi tra gli altri dagli avvocati Massimiliano Cingolani, Massimiliano Wolf e Luca Sartini.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X