Le ragazze della Laurel’s Macerata
ricordano i fasti della Serie A

REUNION - Dopo essersi ritrovati in occasione della festa organizzata dall'Yfit, giocatrici e dirigenti si sono dati appuntamento a quasi 50 anni dalla fondazione della squadra per una serata in nome della storia del calcio femminile del capoluogo
- caricamento letture

 

laurels-macerata-calcio-femminile

In piedi da destra: Rocco Lauro (presidente), Lia Cannas, Antonella Bartoli, Teresa Flamini, Patrizia Donati, Antonella Agasucci, Sabrina Flamini, Vittorio Pin (Allenatore). Accosciate da sinistra: Patrizia Gattari, Doriana Bonci, Germana Pistilli, Carla Latini, Tiziana Agasucci

 

È una storia che risale al primo maggio 1971, quando alcuni appassionati di calcio fondano, a Macerata, l’associazione calcio femminile Laurel’s, prendendo il nome dall’omonima ditta di parrucche del presidente Rocco Lauro. Una formazione storica, capace di arrivare in serie A. E’ il primo dei tanti ricordi che sono emersi nel corso della serata che si è svolta nel ristorante pizzeria “Cotta e Magnata” di Piediripa, teatro della reunion delle ragazze e dei dirigenti protagonisti di un pezzo di storia sportiva del capoluogo.

laurels-macerata-calcio-femminile-2-325x192

In piedi da sinistra: Anna Maria Castelli, Germana Pistilli, Maurizio Montedoro (addetto stampa), Cristina Castelli, Mariella Conti, Fiorella Nardi, Patrizia Gattari. Seduti da sinistra: Maria Cristina De Angelis, Miriam Pin, Enzo Pietrella (segretario), Maria Pia Topa; Sandra Vecchioni, Patrizia Gattari

Tutto è nato dopo la promessa di rivedersi partecipando alla Festa del Calcio Femminile organizzata dalla società Yfit Macerata lo scorso primo giugno. Un po’ di storia. La Laurel’s si iscrive al Campionato Regionale di Serie B, sotto la guida di Gino Baldassini (già allenatore della formazione Invicta-Laurel’s). L’anno successivo partecipa al Campionato Interregionale di B (Marche-Abruzzo-Umbria) guidata dal tecnico Ennio Cherubini, conseguendo la promozione al Campionato nazionale di Serie A senza conoscere sconfitte. Nel 1973 la guida della squadra sarà presa da Vittorio Pin (ex giocatore della Maceratese-Cagliari e Udinese) che continuerà l’avventura nella massima serie nazionale sino alla conclusione dell’attività nell’anno 1976. Insomma, tanti ricordi per una grande serata dove, attraverso la proiezione di immagini sono stati ricordati coloro che non ci sono più, e che hanno contribuito alla storia della società: Rocco Lauro (presidente), Lia Cannas (giocatrice e capitana), Franco Cannas (dirigente), Giovanni Stivoli (accompagnatore), Vittorio Pin e Gino Baldassini (allenatori). Alla serata erano presenti anche Enzo Pietrella (cofondatore della Laurel’s e ragioniere) Maurizio Montedoro (addetto stampa Laurel’s) e Anna Maria Castelli goleador dell’Invicta Macerata. Inoltre è stata graditissima la presenza in video chiamata delle sorelle Agasucci: Antonella (portiere) e Tiziana (terzino).

laurels-macerata-calcio-femminile-1-325x218Al termine della serata un unico abbraccio ha sancito la promessa di rivedersi con le altre atlete che per vari motivi non erano presenti. Non da ultimo, come è stato fatto alla festa del calcio femminile, le “vecchie glorie” rinnovano alle giovani atlete della Società Yfit ed al suo presidente Massimiliano Avallone, gli auguri per un futuro ricco di successi. Proprio il numero uno della società del capoluogo ha così ricordato: «Macerata ha una storia importante nel calcio femminile, nel 1968 c’erano due grandi squadre, la Laurel’s e la A.S.C Invicta Macerata che giocavano in serie A e B e disputavano gare con squadre femminili blasonate come la Fiorentina, il Milan, l’Atalanta, l’Ascoli, il Pescara».

 

laurels-macerata

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X