I “turismi” di Civitanova:
non solo spiaggia dell’Umbria,
in tanti dal Nord e anche dall’estero

ESTATE - La stagione al mare registra un pienone che non si lega più solo all'apertura della Quadrilatero: sotto gli ombrelloni turisti da diverse parti della penisola fino all'Olanda. C'è chi viene da 20 anni, chi è tornato perché ci venivano i genitori. Le interviste tra la gente
- caricamento letture

testine-spiaggia-il-veneziano-civitanova-FDM-6-650x433

 

di Laura Boccanera (foto Federico De Marco)

Civitanovesi all’estero che ritornano a casa, con amici e famiglia, umbri e lombardi che trascorrevano le vacanze qui da piccoli e che ogni anno tornano per riabbracciare parte di quell’infanzia e degli amici lasciati “al mare”.

testine-spiaggia-il-veneziano-civitanova-FDM-4-325x217

Paolo Pucciardi da Perugia

Sono tanti i “turismi” a Civitanova: c’è quello pendolare di chi dall’entroterra arriva sulla spiaggia la mattina e la sera se ne va, ci sono gli stranieri, molti anche olandesi che chissà come sono arrivati qui, poi ci sono quelli che vivono all’estero, ma che d’estate tornano per riabbracciare amici e parenti e che non vorrebbero stare in nessun altro posto al mondo. Dal litorale abbiamo raccolto alcune storie “balneari”. Lo chalet Il Veneziano proprio quest’anno ha spento 50 candeline. E tra i primi clienti di questo chalet c’è anche Paolo Pucciardi, umbro doc di Perugia che ormai ammette: «Civitanova è la mia seconda Perugia». Il padre veniva qui quando lui era ancora un ragazzo: «Io passavo la mia estate qua, arrivavo a giugno e andavo via a settembre. Mio padre teneva la casa tutto l’anno, avevo e incontro ancora un sacco di amici, molti non ci sono più, ma è come stare in famiglia. E adesso ad agosto stiamo un mese, spesso quando posso anche qualche week end a luglio. Da ragazzo mi ricordo benissimo il padre di Marusia (Marusia Ciavattini titolare dello chalet) e poi i nostri rituali di ragazzi, pescavamo le cozze e le andavamo a rivendere. Civitanova è molto cambiata negli ultimi anni, gli immobili si sono rivalutati moltissimo, c’è fermento». E i parcheggi sono un problema? «Se uno si organizza si trovano, certo questi qui privati sul lungomare nord aiutano». Il completamento della Civitanova-Foligno e la velocità dei tempi di percorrenza che hanno accorciato le distanze fra Umbria e Marche fanno di Civitanova l’approdo naturale dall’entroterra. Ormai dall’apertura dell’ultimo tratto il fenomeno “umbri” è esploso, anche se non sono solo i “cugini” di Foligno a scegliere Civitanova, in crescita anche emiliani e lombardi.

testine-spiaggia-il-veneziano-civitanova-FDM-3-325x217

Roberta Cigalini e Andrea Castignani

Come Roberta Cigalini e Andrea Castignani, da Pavia: ormai da 20 anni tornano a Civitanova, paese natale del padre di Castignani e il legame con la città è rimasto: «I miei figli se solo ipotizziamo di andare da qualche altra parte in vacanza mettono il muso e dicono: “Ma come non andiamo a Civitanova” – racconta divertita Roberta – qui hanno divertimento, relax, mare, addirittura una volta che siamo andati in Liguria per un week end si sono lamentati: “eh ma non è come il nostro mare” dicono. A questo posto ci legano tanti ricordi. Le prime volte che venivo, sua zia ci cucinava le panocchie (cicale di mare ndr), io non le avevo mai mangiate e mi ferivo, sanguinavo dappertutto e loro ridevano tutti come pazzi». Ma al Veneziano da qualche anno c’è anche un turismo multiculturale, un bouquet di nazionalità unite sotto gli ombrelloni: «Questa mattina alle 7 è venuta una famiglia islamica, di là ci sono anche molti cinesi arrivati dall’Umbria per una giornata di mare – commenta Marusia – c’è un pò di tutto, ucraini, polacchi. Quest’anno è andata bene, il maggio piovoso ha fatto sì che già da giugno la gente avesse tanta voglia di spiaggia e poi il sole e il caldo hanno fatto il resto. E’ stata una bella stagione. E poi per noi è stato un anniversario speciale, abbiamo anche realizzato queste ceramiche con un disegno di Mauro Cicarè e una poesia per ricordare questo mezzo secolo di attività. E a realizzarle è stato proprio Pucciardi, un cliente ormai diventato amico».

gessica-lucci-ron-raychaudery

Gessica Lucci, Ron Raychaudhuri e la piccola Aneesha

Fra gli ombrelloni dello Shada c’è anche Gessica Lucci, da Amsterdam, ma nata a Civitanova dove tuttora vivono i suoi genitori. Cosmopolita per formazione e professione ha anche sposato un indiano e hanno una bambina, ma ogni anno tornano in città e anche Ron, suo marito, ha apprezzato la crescita di Civitanova: «Torniamo sempre per il legame familiare con i genitori di Gessica – ha raccontato – ma i punti di forza sono molti, baby sitter gratis, mia suocera che è un’ottima cuoca. Scherzi a parte, negli ultimi 4 o 5 anni ho visto una crescita importante della città, il lungomare sud, la stessa piazza Conchiglia. Ci sono tante opportunità di relax, ma anche di divertimento». «Ho potuto apprezzare che ci sono tante attività anche per i più piccoli – fa eco Gessica – ho notato anche tanti turisti stranieri che è da molto che non vedevo, tedeschi, olandesi. Da quando vivo ad Amsterdam ho apprezzato molto anche la presenza di piste ciclabili che per me sono un plus. Sono poi sempre felice di tornare, per me rappresenta l’aria di casa, il legame. Rivedo gli amici e a mia volta spesso se posso portiamo amici da fuori. E’ un peccato solo dover tornare a casa alla fine delle vacanze».

cristian-zanni-sabrina-albano

Sabrina Albano e Cristian Zanni

Sono arrivati ieri invece da Reggio Emilia Sabrina Albano e Cristian Zanni. Per loro è la prima volta nelle Marche e la prima volta a Civitanova, sul lungomare sud: «Solitamente trascorriamo le vacanze in riviera, in Romagna, ma quest’anno ci siamo affidati ad un amico, siamo in vacanza con loro e ci hanno portato qui. Non so come abbiano scelto la destinazione, ma per quello che abbiamo visto ci piace – commenta Zanni -, la città è carina, piccolina. Ieri siamo stati allo Street food e oggi è il primo giorno di mare, forse gireremo un pò, pensavamo di andare a Porto Recanati. All’andata ci siamo fermati a Sirolo, Numana, ma non c’era nemmeno un posto per l’auto. Qua invece abbiamo lasciato l’auto allo stadio, è molto comodo».

roberta-barbatelli

Roberta Barbatelli

Legame di cuore con il maceratese anche per Roberta Barbatelli allo chalet Raphael Beach: «Sono nata a Macerata, ma vivo a Varese, ma per le ferie torniamo sempre a Macerata. Civitanova è cambiata molto in questi anni, secondo me in meglio, anche se da quello che sento dire in giro in peggio. Ma la vivo da turista e non conosco le dinamiche della città anche se qui continuo ad avere molti amici e a leggere le notizie che arrivano dal mio territorio». Con lei ci sono anche le nipoti, Michelle Rufer e Camilla Rufer, giovani sorelle dalla vita cosmopolita, ma dalle radici a Macerata. Sono nate infatti proprio nel capoluogo sebbene il papà sia inglese svizzero. Da piccole sono cresciute in Cina e ora studiano in Europa, ma l’estate anche per loro è targata Civitanova: «Tutte le estati siamo qua, nostra mamma era Maceratese ed è come tornare a casa». Turisti per caso a Civitanova invece sono Fabio Paraluppi e Concetta Ricci: «In realtà siamo arrivati qua per essere di supporto a nostro figlio che era in vacanza in zona e alla fine siamo venuti qua. Alloggiamo al Cosmopolitan che sembra un hotel di quelli che si trovano in Europa, sembra anomalo per il contesto. Veniamo da Milano e di solito ad agosto giriamo sempre per capitali europee, mai al mare, siamo stati bene, abbiamo mangiato molto bene. Qui nella zona sud (sono da Raphael beach) è tranquillo ed esclusivo, c’è molto spazio, anche fra un ombrellone e l’altro. Purtroppo però siamo riusciti a vedere poco della città perché quelle due volte che siamo usciti in auto per raggiungere il centro non abbiamo mai trovato parcheggio».

testine-spiaggia-il-veneziano-civitanova-FDM-5-650x394

Turisti cinesi al Veneziano

michelle-rufer-camilla-rufer

Le sorelle Michelle e Camilla Rufer da Raphael Beach

8548e7f9-cc78-4b36-853b-fc6b166c7fd1-1-650x365

conf-ex-sindaci-varco-marusia-ciavattini-civitanova-FDM

Marusia Ciavattini dello chalet Il Veneziano

testine-spiaggia-il-veneziano-civitanova-FDM-8-650x387

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X