Rapinò e aggredì un anziano:
33enne finisce in carcere

MACERATA - L'uomo è stato arrestato dalla polizia e trasferito nella casa circondariale di Fermo: deve scontare 3 anni e otto mesi
- caricamento letture
Polstrada_Questura_FF-7-e1557919477434-650x492

Il commissario Maria Raffaella Abbate che dirige la Squadra mobile

 

Rapinò un anziano dopo averlo aggredito, 33enne in carcere. Ieri gli uomini della Squadra mobile diretta dal commissario capo Maria Raffaella Abbatte hanno arrestato Alessio Carlini, residente a Macerata, dando esecuzione a un provvedimento emesso dal tribunale su richiesta della procura. I fatti risalgono al 2013. Un anziano di Macerata, all’epoca 75enne, era andato nella sua casa di campagna a Pollenza come d’abitudine per fare qualche lavoretto nell’orto e dar da mangiare agli animali. Quando scese dall’auto, venne aggredito alle spalle e colpito ripetutamente alla testa, per poi essere rapinato del borsello con dentro i risparmi per un totale di 7.500 euro. I carabinieri in prima battuta riuscirono ad arrestare due ragazzi, ritenuti responsabili della rapina: uno di questi era Carlini appunto. I militari arrivarono a loro anche grazie alla descrizione fornita dalla vittima. Per il 33enne all’epoca vennero disposti i domiciliari, poi era tornato in libertà. In questi giorni è arrivata la condanna e ieri gli agenti della polizia lo hanno rintracciato nella sua abitazione e trasferito nel carcere di Fermo, dovrà scontare 3 anni e otto mesi per rapina e lesioni personali.

(ultimo aggiornamento alle 16)

Picchiato e rapinato di 7mila euro mentre lavora nell’orto Arrestati due 27enni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X