facebook twitter rss

Made in Italy protagonista
dell’incoming Food&Beverage

CIVITANOVA - Ieri gli incontri con 26 operatori esteri alla scoperta dei prodotti agroalimentari di Confartigianato
mercoledì 17 Luglio 2019 - Ore 11:23 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
16 Condivisioni

I partecipanti all’incoming

Pasta, olio, tartufo, vino, sottoli, salumi e confetture, tutti rigorosamente made in Italy, sono stati i protagonisti dell’Incoming Food&Beverage svoltosi ieri mattina all’Hotel Cosmopolitan di Civitanova. Gli incontri b2b, organizzati da Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo con la preziosa collaborazione di Ice Agenzia, hanno coinvolto 26 operatori esteri provenienti da Spagna, Austria, Azerbaijan, Ucraina, Russia, Kazakhstan, Romania, Ungheria, Georgia e oltre 40 aziende locali e non, con la partecipazione di imprenditori anche dalla Campania, Umbria, Abruzzo, Puglia, e Toscana. Il meglio delle eccellenze enogastronomiche raccontate e fatte degustare ai buyers, che nell’arco della giornata hanno potuto assaporare e conoscere la qualità dei nostri prodotti italiani.

«Sono entusiasta di questo tipo di iniziative – ha dichiarato il presidente di Confartigianato Imprese Macerata- Ascoli -Fermo, Renzo Leonori – che riscuotono sempre un grande successo vista l’altissima qualità dei prodotti e la professionalità degli operatori scelti da ICE. Questi incontri sono fondamentali per le nostre imprese, soprattutto per quelle dell’Agroalimentare che devono riuscire a sfruttare al meglio il trend positivo delle esportazioni che nella nostra Regione, in particolare, risultano essere in crescita».

«L’internazionalizzazione oggi è una risorsa assolutamente indispensabile per competere nel mercato – ha affermato Giorgio Menichelli, segretario generale di Confartigianato. La nostra Associazione, anche attraverso iniziative come quella odierna, si adopera per fornire alle piccole e medie imprese gli strumenti adatti anche per lo sviluppo nei canali esteri, non dimenticando che in questo processo la tecnologia è un’ulteriore risorsa su cui puntare. Proprio per questo Confartigianato ha recentemente aderito al nuovo progetto di Ice che prevede un piano straordinario per la promozione del Made in Italy, dedicato ai canali digitali della distribuzione e-commerce attraverso il principale marketplace Amazon».

«Nelle Marche dall’export di prodotti alimentari arrivano incoraggianti segnali positivi – ha concluso Paolo Capponi, responsabile Ufficio Export di Confartigianato. Nel primo trimestre di quest’anno infatti, la crescita delle esportazioni del comparto è del 14,0% (+6,3 milioni di euro) a fronte del -6,5% del primo trimestre 2018. A livello nazionale l’export di alimenti nazionali ammonta a 6,5 miliardi di euro, in crescita del 6,3% rispetto al primo trimestre 2018, pari a 380,8 milioni di euro. Tra i primi 10 mercati di destinazione, spicca la crescita per 103,4 milioni dell’export in Germania (+11,1%) e per 61,5 milioni di euro nel Regno Unito (+12,8%)».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X