facebook twitter rss

Il Brasile a Civitanova:
taglio del nastro per Madeira,
Simon “presente” da Cuba (Foto)

CIVITANOVA - Inaugurato ieri il ristorante del giocatore della Lube Volley, impegnato con la "sua" nazionale, che ha inviato sms al suo socio Mauro Alberti: «Fratello non sono stato nervoso neanche quando ho giocato la finale». Tra gli ospiti Juantorena e gli altri ragazzi del volley
venerdì 12 Luglio 2019 - Ore 11:38 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
759 Condivisioni

 

di Laura Boccanera (foto Federico De Marco)

E’ diventato capitano della nazionale cubana di volley e ha aperto il suo primo ristorante a Civitanova. L’11 luglio 2019 sarà una data da ricordare per Robertlandy Simon, giocatore della Lube Volley che proprio oggi ha ufficializzato il ritorno nella nazionale cubana. Ma nonostante le imprese sportive che ha compiuto quest’anno con la Lube, era più emozionato per l’apertura del Madeira, il locale brasiliano che ha voluto fortemente assieme alla moglie e ad una coppia di amici fraterni, Mauro Alberti e Martha Zamora.

Mauro Alberti, il sindaco Fabrizio Ciarapica e Martha Zamora

Una novità assoluta per la regione, si tratta della prima churrascaria brasiliana nelle Marche in riva al mare, con servizio spiaggia e ombrelloni. Ieri l’inaugurazione e il taglio del nastro alla presenza del sindaco Fabrizio Ciarapica, di Mauro Alberti e di Martha Zamora. Simon si trovava a Cuba e non ha potuto essere presente, ma da lontano, in costante contatto chiedeva informazioni. «Fratello non sono stato nervoso neanche quando ho giocato la finale» ha scritto via sms al socio qualche ora prima dell’apertura ufficiale. E la città ieri sera ha risposto con entusiasmo alla novità. Quattrocento persone per l’apertura e altrettanti hanno tentato di essere presenti, ma non c’era più posto. Ad inviare selfie e messaggi al collega tutti i ragazzi della nazionale di Volley italiana in ritiro a Civitanova prima della sfida amichevole con la Slovenia. Il “Madeira” rispecchia nel nome la sua vocazione: bamboo, legno, erba gli elementi caratterizzanti la struttura architettonica, completamente rinnovata. Il locale infatti è stato rilevato dall’ex titolare Alfredo Mandolesi, lo chalet Marebello, uno dei primi a Civitanova. Tavoli all’aperto, atmosfera raccolta e intima e in sottofondo la bossanova. E poi il verde, il giallo i colori del Brasile che si ritrovano nelle luci, nelle pareti e anche nei piatti da portata. Un ristorante brasiliano che ha raccolto i migliori chef del settore da tutta Italia: da Padova, da Bologna, riuniti a Civitanova per proporre 12 specialità di carne: si va dalla picanha ai cuori di pollo, ma c’è anche un ampio buffet sempre aperto e a disposizione self service.

Il locale è stato profondamente rinnovato all’interno e all’esterno e proprio prima dell’apertura ha dovuto anche fare i conti con il terribile nubifragio che si è abbattuto sulle Marche e che ha costretto a qualche modifica last minute. «Siamo molto contenti – ha detto Mauro Alberti – con Simon ci scriviamo e ci segue da lontano. Questa sera qui con noi ci sono Juantorena e gli altri ragazzi del volley, tanti amici che sono venuti a trovarci, e purtroppo abbiamo dovuto anche rifiutare delle prenotazioni. Ora organizzeremo le serate con musica bossanova e altri gruppi di qualità su questo genere, il giovedì sarà la lady night dove le donne pagheranno solo 15 euro invece dei 25 e poi il 29 luglio una super sorpresa che stiamo mettendo a punto proprio in questi giorni. L’arrivo del Buena vista social club, il leggendario ensemble cubano in Italia per il festival di musica latino americana di Milano e che potrebbe fare tappa proprio a Civitanova». La mitica formazione di ultraottantenni sarebbe la punta di diamante della programmazione, immancabile per gli appassionati del genere e difficilmente replicabile nel centro Italia. Un colpaccio reso possibile grazie alla rete di contatti di Alberti, milanese di nascita e poi trapiantato nelle Marche. Al taglio del nastro ha partecipato anche il sindaco Fabrizio Ciarapica: «sono molto felice di questa inaugurazione poiché attività come questa incrementano l’offerta e la vitalità della nostra città – ha detto il primo cittadino – Dall’idea di un campione della Lube, Simon, oggi assente perché impegnato con la sua nazionale di volley ma che ho sentito telefonicamente per fargli gli auguri, e dagli imprenditori Mauro e Marta è nata Madeira. Ancora una volta siamo orgogliosi che si sia scelta Civitanova per investire, segno che le politiche messe in campo per rendere più attrattiva la città sono efficaci». L’attività ha 45 addetti assunti fra cuochi, camerieri, barman e professionisti dello spettacolo.

Simon della Lube gestirà un balneare: il Marebello sarà un locale brasiliano

I giocatori della nazionale Volley

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X