facebook twitter rss

Premio Asimov (VIDEO):
l’Elogio della parola conquista
gli studenti delle Marche

CIVITANOVA - Giovani appassionati delle scuole superiori hanno scelto i migliori testi di divulgazione scientifica, ha vinto quello di Lamberto Maffei. Il coordinamento dell'iniziativa affidato ad Unicam
sabato 13 Aprile 2019 - Ore 16:36 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il rettore Claudio Pettinari ed alcune studentesse commentano l'evento
521 Condivisioni

 

di Gabriele Censi

“Elogio della parola” di Lamberto Maffei è il vincitore tra le sette opere selezionate per il premio Asimov. La quarta edizione dell’evento dedicato all’editoria scientifica divulgativa è stato ideato da un fisico maceratese, Francesco Vissani,  dirigente di ricerca ai laboratori nazionali del Gran Sasso dell’Infn. 

Al premio collaborano molte università e per le Marche il coordinamento è stato affidato ad Unicam. Per questo stamattina l’ateneo ha riunito i rappresentanti delle dieci scuole superiori della regione coinvolte nella sede di Civitanova in attesa del verdetto sul vincitore annunciato in simultanea dagli undici centri collegati in tutta Italia. Quello centrale, la sede del Gran Sasso Science Institute a L’Aquila.

David Vitali

A coordinare la sede marchigiana naturalmente c’era un fisico, il docente Unicam David Vitali, ma la chimica era ben rappresentata dal rettore Claudio Pettinari:  «Questa è un’iniziativa che amo moltissimo – ha detto il rettore – parliamo di comunicazione e divulgazione scientifica, soprattutto per capire dove sta andando questo pianeta. Sono rimasto incredibilmente colpito dalla qualità delle recensioni. La scienza non è fredda e mi ha colpito anche che la stragrande maggioranza erano ragazze che hanno mostrato come la lettura sia importante ed appassionante, oltre agli strumenti multimediali serve passare del tempo su un libro».

I libri in lizza sono stati giudicati anche da studenti e studentesse, nelle Marche coinvolti 76 ragazzi e ragazze, 14 sono stati premiati con un attestato, questi hanno esposto efficacemente in pochi minuti le loro recensioni, il più letto è stato anche quello che poi è risultato vincitore. Gli altri titoli erano:  “Il giro del mondo in sei milioni di anni” di Guido Barbujani e Andrea Brunelli, “Viaggi nel tempo” di James Gleick, “Intelligenza artificiale. Guida al futuro prossimo” di Jerry Kaplan, “Ultime notizie sull’evoluzione umana” di Giorgio Manzi, “Chimica verde 2.0” di Guido Saracco e “Scienziate nel tempo. 100 biografie” di Sara Sesti & Liliana Moro. L’intera commissione scientifica era composta da 250 membri, per metà docenti di scuola superiore e per metà professori universitari, ricercatori, studenti di dottorato, giornalisti, scrittori, rappresentanti del mondo della cultura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X