Il Balda e i trucchi di Rossi:
«Seguo sempre i consigli di Valentino»

L'INTERVISTA - Lorenzo Baldassarri si gode il trionfo in Qatar e prepara la prossima gara in Argentina: «Rispetto all'anno scorso è aumentato il supporto di tifosi da tutta Italia. E ogni volta che torno nella mia Montecosaro è una festa. Vale si è complimentato per la vittoria e mi ha fatto notare diverse cose»
- caricamento letture

 

Baldassarri-Qatar

Lorenzo Baldassarri insieme al trofeo

 

di Michele Carbonari

È di Lorenzo Baldassarri la prima firma stagionale nel campionato di Moto 2. Il pilota di Montecosaro è stato il vero protagonista di Losail, in Qatar, grazie ad un ultimo giro mozzafiato, combattuto fino alla bandiera a scacchi insieme allo svizzero Luthi. Un segnale a tutti gli avversari per chiarire fin da subito che il Balda sarà una dei candidati al titolo finale. Primi 25 punti messi in cascina e super festa al suo ritorno a Montecosaro, organizzata dal Fanclub. Locale allestito con tute, bandiere e gadget del pilota di casa che ha mandato in visibilio i tanti tifosi presenti (quasi 700 persone, tra cui il sindaco) grazie allo spettacolare e scenografico ingresso in moto. Per un’oretta e mezza, Lorenzo ha ricevuto l’affetto di tutti i suoi fans, soprattutto di tantissimi bambini che hanno scambiato battute e hanno fatto foto insieme al loro idolo. Soddisfatto anche il Balda Fanclub, che ha aperto la campagna tesseramenti con oltre 60 iscritti e che domenica prossima sarà presente alla festa dell’Annunziata a Montecosaro: a disposizione tutto il merchandising ufficiale, composto da un kit completamente nuovo. Il primo trionfo stagionale ha contribuito alla riuscita dell’evento, organizzato già da tempo, e ha dato quel tocco in più per rendere magica e indimenticabile una giornata per i tanti tifosi del Balda.

Baldassarri-Qatar-1-1-325x266

La volata con Luthi

Lorenzo, a Losail è stata una vittoria inaspettata?

«Innanzitutto è stata una vittoria importante, iniziare così la stagione è fondamentale. Non è stata inaspettata. Sapevo di essere competitivo e di aver fatto un gran lavoro durante l’inverno. Mi aspettavo quindi di essere veloce. Però certo, la vittoria è stata una bella sorpresa. Perché dopo gli ultimi test, sempre in Qatar, c’erano molti piloti competitivi. Eravamo tutti parecchio vicini. Io durante i test non ho brillato. Sono stati complicati perché le condizioni erano strane, c’era vento e quindi la pista sporca. Però abbiamo lavorato tanto. Abbiamo messo la base per iniziare bene la stagione. Domenica 10 marzo si sono visti i frutti di questo lavoro».

Come avevi studiato e preparato questa gara?

«Strategicamente l’avevo pensata come poi si è rivelata, anche se non mi aspettavo di soffrire in quella maniera nei giri finali. Non immaginavo che Luthi arrivasse così carico e che io dovessi proteggere tutto nell’ultimo giro. Lì era a rischio la vittoria, però ho chiuso tutte le porte. Quindi lui aspettava il rettilineo, dove era sicuro di fregarmi. Ma io sono uscito molto forte all’ultima curva ed è rimasto fregato lui».

Baldassarri-6-325x216

Baldassarri firma autografi ai tifosi

Com’è stato accolto questo successo?

«Nel team erano tutti molto contenti e soddisfatti. Ma la vera sorpresa l’ho vissuta quando sono tornato a Montecosaro e ho trovato tutto quel supporto, tutta quella gente che mi aspettava per festeggiare insieme. Mi sono ritrovato di fronte un sacco di tifosi. Di questo sono molto felice. Domenica sera ho festeggiato e ho goduto, ma ancora non ho fatto niente. Da lunedì è tornato tutto normale, già mi sono proiettato all’Argentina. La strada è ancora lunga, mancano 18 gare ed è presto per festeggiare».

Hai notato maggiori attenzioni e più interesse intorno a te?

«Oltre ai tifosi del territorio sento anche il calore di quelli da fuori, di quelli più lontani. Soprattutto sui social, molti mi scrivono. Rispetto all’anno scorso è aumentato il supporto. Fa un sacco piacere».

Lorenzo-Baldassarri-Qatar

La festa del podio

Che indicazioni ti ha dato la vittoria nel primo Gran Premio del 2019?

«Il risultato del Qatar mi ha detto che posso puntare al mio obiettivo, a lottare per le prime posizioni e sicuramente provare a vincere il titolo. Perché il mio obiettivo è sempre quello: vincere. Delle volte era un po’ astratto, quest’anno invece diventa più concreto e raggiungibile».

Come hanno accolto il trionfo nella VR46 Academy?

«Tutti si sono complimentati. Anche lo stesso Valentino era molto contento. Ha rivisto più volte la gara e mi ha dato molte indicazioni. È rimasto stupito e mi ha fatto notare che avevo una guida pulita e una linea strana, specialmente alla penultima curva. E lui mi fa: “Ma che traiettoria facevi lì? Perché dovevi prenderti quel rischio?”. In effetti pizzicavo il cordolo esterno e con la ruota davanti andavo quasi sull’erba».

Baldassarri-3-267x400Quali sono le insidie di questo campionato?

«Secondo me non bisogna sottovalutare nessun avversario. Diversi sono competitivi e possono darMi fastidio: Binder, Marquez, Marini, Luthi che è sceso dalla Moto Gp, Lowes, Vierge, Schrotter che è meno un uomo da gara ma è forte ed è sempre lì davanti».

Invece quali dovranno essere i tuoi punti di forza?

«Io devo puntare soprattutto a colmare i miei punti di debolezza, tra i quali l’incostanza. Nelle stagioni passate magari non avevo una stabilità a livello tecnico, mentre l’anno scorso sono andato in una buona realtà dove sono cresciuto molto. Nel 2018 non ero incostante, la domenica ero sempre veloce ma delle volte è successo che ho voluto esagerare un po’ troppo, quando magari potevo accontentarmi di più».

Come vedi la prossima gara in Argentina?

«Il tracciato mi piace, sono andato sempre abbastanza forte. Dovremo vedere soprattutto com’è la pista, quali saranno le condizioni. Perché le moto in quel circuito girano poco, quindi delle volte c’è il rischio di trovarla sporca. I primi turni dovremo essere pazienti, per poi lavorare sull’assetto quando la pista sarà a posto».

 

Baldassarri-Delta-Motors

I tifosi che hanno invaso Delta Mators

Lorenzo-Baldassarri-Paolo-Doria-e-Perugini

Lorenzo insieme a Paolo Doria e Roberto Perugini, del Balda Fanclub

Baldassarri-1-431x650

Baldassarri-4-434x650

Baldassarri

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X