Minacce di morte al sindaco Carancini:
41enne assolto con formula piena

MACERATA - Un uomo di Sesto San Giovanni era accusato di aver inviato delle mail inquietanti contro il primo cittadino e la sua famiglia subito dopo l'omicidio di Pamela e il raid di Traini. Per il giudice «il fatto non sussiste»
- caricamento letture
Carancini_FF

Romano Carancini

 

Minaccia di morte il sindaco e la famiglia, assolto perché «il fatto non sussiste». Si è concluso ieri con un’assoluzione piena il processo che vedeva come imputato per minaccia, con l’aggravante dell’odio razziale, Mauro Piazzolla, 41enne di Sesto San Giovanni. L’uomo era accusato di aver minacciato di morte il primo cittadino Romano Carancini con alcune mail inquietanti. I fatti risalgono agli inizi di febbraio dell’anno scorso, subito dopo l’omicidio di Pamela Mastropietro e il raid razzista di Luca Traini. In sostanza, Piazzolla se l’era presa con Carancini, reo a suo dire di aver definito Traini uno squilibrato, e per questo secondo il 41enne il sindaco meritava una punizione. Le mail, arrivate peraltro alla scuola Mestica, furono girate alla polizia e dalle successive indagini si arrivò al 41enne, finito poi sotto processo per direttissima. Ieri in tribunale a Macerata la sentenza. Il pm Claudio Rastrelli ha chiesto una condanna a quattro mesi di reclusione. L’avvocato del 41enne ha invece prodotto una sentenza della Cassazione, secondo la quale augurare la morte a qualcuno non costituisce un reato. E alla fine il collegio presieduto dal giudice Daniela Bellesi ha condiviso la linea difensiva e ha assolto l’imputato con la formula piena, «perché il fatto non sussiste».

Carancini, faccia a faccia con la città Tra insulti social e minacce alla famiglia «Mi merito tutto questo?»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X