Tragedia in discoteca, i nomi delle vittime
La disperazione di una mamma:
«Mia figlia aveva 14 anni»

DRAMMA A CORINALDO - Cinque avevano tra i 14 e i 16 anni e una 39. Venivano da Senigallia, Fano e Frontone ed erano andati alla Lanterna Azzurra per divertirsi. Hanno invece trovato la morte mentre cercavano di uscire dal locale. Le salme sono state portate all'ospedale di Torrette e sono a disposizione dell'autorità giudiziaria. Le urla di una madre fuori dall'obitorio (VIDEO)
- caricamento letture

8B8F8C09-35B5-4271-9AED-4A5256A86B86-400x267

Il cordoglio davanti all’obitorio

 

di Federica Serfilippi

Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia ed Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia. Sono questi i nomi di chi non è sopravvissuto alla tragedia avvenuta questa notte a Corinaldo, mentre una fiumana di persone cercava di uscire dalla discoteca Lanterna Azzurra. I minori erano andati lì per assistere al concerto del rapper Sfera Ebbasta, previsto per l’una, mentre Eleonora aveva accompagnato la figlia al locale. Hanno tutti trovato lo stesso crudele destino all’uscita dalla discoteca, quando due parapetti sono crollati, facendo cadere le persone come birilli. Le salme sono arrivate all’obitorio dell’ospedale di Torrette attorno alle 8. Sono a disposizione dell’autorità giudiziaria e con ogni probabilità sui cadaveri verrà eseguita l’autopsia disposta dal pm Paolo Gubinelli, titolare dell’inchiesta. Stando a una prima ipotesi, la morte sarebbe avvenuta a causa di traumi da schiacciamento e soffocamento. Straziante l’arrivo dei familiari delle vittime a Torrette, il loro dolore, la loro rabbia, la loro incomprensione per ciò che è avvenuto in una serata che doveva essere di festa (GUARDA IL VIDEO). La mamma di una ragazzina di 14 anni che non ce l’ha fatta è crollata in un pianto disperato proprio di fronte l’ingresso dell’obitorio, sorretta da alcuni parenti e da un’equipe di psicologi, messi a disposizione dalla cittadella sanitaria: «E’ mia figlia, è mia figlia aveva solo 14 anni, vi rendete conto?» ha urlato la mamma. La ragazzina era la prima volta che metteva piede in una discoteca.

(foto di Giusy Marinelli)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X