Cerimonia delle scuse:
anche Unimc a Pisa
per non dimenticare

MACERATA - Il rettore Francesco Adornato ha partecipato, con tutto il mondo accademico italiano, all'appuntamento per ricordare l'adozione del primo provvedimento antisemita varato dal fascismo
- caricamento letture

CerimoniaRicordoScuse_Adornato

 

Anche l’Università di Macerata ha partecipato alla Cerimonia del ricordo e delle scuse, che si è tenuta a Pisa nel cortile del Palazzo della Sapienza, a 80 anni di distanza dall’adozione del primo provvedimento antisemita del regime fascista.

DiSegni_Mancarella«Un’iniziativa doverosa, attraversata da un sentimento di partecipazione intenso e coinvolgente», è stato il commento del rettore Francesco Adornato, che ha rappresentato l’ateneo maceratese, sottolineando la forza di un gesto tanto semplice quanto significativo come l’abbraccio commosso tra il rettore dell’università di Pisa Paolo Mancarella e la presidentessa delle Comunità ebraiche italiane Noemi Di Segni. In questo modo solenne le università italiane hanno riconosciuto le proprie responsabilità per l’applicazione delle leggi razziali che, solo in ambito universitario, hanno portato all’allontanamento di 448 docenti e all’espulsione di 727 studiosi, oltre a colpire un migliaio di studenti.

Cerimonia_ricordo_scuseL’intera accademia italiana era presente e ha fatto ammenda per gli atti che hanno visto il mondo universitario silente e complice verso le scelte del regime che giunsero fino all’emanazione delle leggi razziali. «Ci sono giorni in cui è bene che il presente incontri il passato, oggi abbiamo voluto che fosse uno di questi», ha ribadito Mancarella. Prendendo poi la parola, Noemi Di Segni ha sottolineato che «oggi, in questo ateneo, dinanzi a noi – rappresentanti delle comunità ebraiche in Italia – con emozione e solennità sono state pronunciate parole e riflessioni importanti che abbiamo ascoltato con il cuore e con la mente. E’ importante oggi non solo studiare la storia, e saper dire a voce alta – questa è verità, questo è accaduto a cittadini italiani, questo è successo nel nostro Paese, questi furono i comportamenti dell’accademia e della comunità degli scienziati».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X