Macerata in A2,
la Medea è ripescata

VOLLEY - Il verdetto arriva da Bologna dove poche ore fa è scaduto il termine per la presentazione dei documenti di ammissione ai Campionati di SuperLega e Serie A2 Credem Banca 2018/19. Il capoluogo, tre anni e mezzo dopo l’addio della Lube traslocata a Civitanova, ritrova un massimo campionato nazionale
- caricamento letture

 

medea-foto-di-gruppo-lamezia-foto-di-Mauro-Pianesi

 

di Mauro Giustozzi

La Pallavolo Macerata è in A2. E’ il verdetto che arriva da Bologna dove poche ore fa è scaduto il termine per la presentazione dei documenti di ammissione ai Campionati di SuperLega e Serie A2 Credem Banca 2018/19. La Commissione ammissione campionati della Lega Pallavolo Serie A inizia ora l’esame della modulistica prodotta dai club aventi diritto: l’11 luglio la stessa Commissione terminerà i lavori e consegnerà alla Fipav e al consiglio di amministrazione della Lega Pallavolo l’elenco ufficiale delle formazioni partecipanti al 74° campionato. Ma si tratta di una pura formalità: la Medea, che ha prodotto tutta la documentazione necessaria, ha già la certezza di poter essere tra le squadre ai nastri di partenza della serie A2. Così il capoluogo, tre anni e mezzo dopo l’addio della Lube traslocata a Civitanova, ritrova un massimo campionato nazionale, anche se non è la Superlega che dista un gradino ancora più in alto.  Un altro fattore importante per il sodalizio maceratese è che la formula scelta, cioè quella dell’integrazione sportiva, in poche parole ripescaggio, equivale alla possibilità di essere inseriti in A2 senza dover ricorrere all’acquisto di un titolo sportivo di un altro club. Risorse che potranno eventualmente essere riversate sull’allestimento della squadra che affronterà il prossimo campionato.

Medea-esultanza-1-foto-di-Mauro-Pianesi-325x217«Questo era l’obiettivo che avevamo programmato ad inizio stagione –afferma il direttore sportivo, Francesco Gabrielli – l’avremmo voluto conquistare sul campo, ma poi sapete bene come è andata a finire la nostra stagione. Ci arriviamo comunque senza dover acquistare alcun titolo sportivo ma tramite un ripescaggio che credo sia meritato per quanto questa società ha saputo fare nelle ultime due stagioni nelle quali abbiamo sempre disputato i playoff in B sfiorando la promozione nella categoria superiore. Che arriva adesso, ma di cui avevamo sentore da tempo. Non a caso abbiamo impostato una squadra già proiettata verso l’A2, con un minimo rischio che ci eravamo presi ma coscienti che stavolta le possibilità del ripescaggio erano concrete». Ora resta solo la formalità burocratica del controllo della documentazione d’iscrizione da parte della Lega, un passaggio che non scalfirà certamente il passaggio in A2 dei maceratesi.

Casoli-Pineto-3-foto-di-Mauro-Pianesi-325x217«Sarà certamente un impegno non facile –afferma Gabrielli- però abbiamo voluto questa bicicletta ed ora ci metteremo a pedalare ancora più forte che in passato. E’ vero che nella programmazione della nuova squadra siamo stati un po’ rallentati dall’incertezza, dal non sapere sino a pochi giorni fa quante possibilità reali avevamo di approdare in A2. Però stiamo costruendo una formazione che riteniamo sarà all’altezza della categoria. Ci auguriamo che questo salto di categoria sia apprezzato dalla nostra tifoseria e soprattutto dalla città che dovrà esserci ancora più vicina perché lo sforzo economico e organizzativo sarà importante per la Medea ed avere a fianco il sostegno dei maceratesi sarà fondamentale. Per quanto riguarda il girone tutto sommato a livello di trasferte è anche abbastanza comodo rispetto all’altro: a livello tecnico è troppo presto per dire se sarà più o meno difficile. Ma ora prevale la gioia per questo risultato ottenuto da una Medea che ha saputo costruire negli anni un polo di riferimento del volley maceratese anche e soprattutto a livello di settore giovanile». Sul fronte del mercato da ricordare come la società abbia lavorato da tempo iniziando dalle conferme di Miscio, Bussolari, Gabbanelli, Molinari e Casoli per poi operare acquisti di elementi di spessore per la serie A2 come Tartaglione e Franceschini. Una testimonianza di come la Pallavolo Macerata voglia ben figurare nel prossimo campionato di serie A2. Nel frattempo la società ha organizzato per domani sera un appuntamento conviviale alla Cantina Murola di Urbisaglia con amici e partner per fare il punto della situazione e presentare le novità in vista della prossima stagione.

Colpaccio Pallavolo Macerata: preso il centrale Franceschini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =