Travolto e ucciso da un’auto,
«era estroverso e cordiale
un amico di tutto il paese»

APPIGNANO - Il sindaco Osvaldo Messi ricorda Ermanno Luccioni, morto questa mattina a 73 anni. Era stato assessore del comune. La procura ha disposto l'autopsia, si svolgerà lunedì
- caricamento letture
ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-7-650x434

L’auto su cui viaggiava la ragazza di 20 anni che ha travolto Ermanno Luccioni

 

«Una persona molto estroversa, cordiale con tutti, molto aperta» dice il sindaco di Appignano Osvaldo Messi ricordando Ermanno Luccioni, 73 anni, travolto e ucciso da un’auto questa mattina alle 8,20 lungo la provinciale 25 tra Chiesanuova di Treia e il bivio per Appignano.

ermanno-luccioni

Ermanno Luccioni

Intanto è stata fissata l’autopsia di Luccioni, che sarà lunedì alle 9 all’obitorio di Macerata e affidata al medico legale Roberto Scendoni. Luccioni, geometra in pensione, era stato anche assessore ad Appignano con la delega ai Lavori pubblici. «Ricordo che era molto attivo e dinamico. Alle 7 di mattina, come assessore, era già con gli operai comunali per seguire e controllare i lavori – dice il sindaco Messi –. Lo ricordo come una persona molto giovale e disponibile. Era molto estroverso, un amico dell’intero paese». E in effetti ad Appignano questa mattina tanti ricordavano di averlo visto, chi proprio quella mattina, chi il giorno precedente. Una presenza attiva nella cittadina dove oggi la notizia dell’incidente in cui ha perso la vita si è subito diffusa. Luccioni era andato a raccogliere asparagi quando un’auto, con al volante una 20enne di Macerata, lo ha travolto in pieno.

PD_Candidatura_Messi_FF-2-325x321

Osvaldo Messi

L’uomo è stato scaraventato a diversi metri di distanza e il corpo è finito su di un terreno che sovrasta la carreggiata. La vettura si è ribaltata e la ragazza al volante è stata trasportata all’ospedale di Torrette, ad Ancona. Le sue condizioni non sarebbero gravi. Resta da chiarire il perché la ragazza abbia perso il controllo della sua auto finendo per investire Luccioni. I rilievi dell’incidente sono stati svolti dalla polizia stradale di Macerata. La procura ha deciso di disporre l’autopsia che verrà svolta lunedì. E proprio per via di questo accertamento non è ancora stato fissato il funerale. Luccioni lascia la moglie Marina Giulianelli, e tre figlie: Chiara (in servizio alla polizia di Ancona), Eva (dipendente dell’azienda Paoloni) e Norma.

(Gian. Gin.)

Auto sbanda, travolto e ucciso mentre cerca asparagi

ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-16-650x434

ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-18-650x434

ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-20-650x434
ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-21-650x433
ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-6-650x434
ChiesaNuovaDiTreia_Investito_Mortale_FF-12-650x434



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =