Lite per un parcheggio,
figlio di un poliziotto
punta pistola finta a collega del padre

CIVITANOVA - Bravata per un 20enne che ha reagito tirando fuori l'arma giocattolo, per poi fuggire. Non sapeva che davanti a lui aveva un agente
- caricamento letture
incendio-la-bottega-dei-sapori-romeni-via-carducci-_-martiri-di-belfiore-polizia-vdf-civitanova-2-400x267

Foto d’archivio

 

Punta un pistola per un parcheggio. Un poliziotto che lavora al commissariato di Civitanova ieri sera si è visto puntare l’arma giocattolo da un ventenne, figlio di un agente che lavora a Macerata. Il ragazzo probabilmente non sapeva di trovarsi di fronte ad un collega del padre e ora per questa bravata rischia una denuncia. I fatti si sono svolti ieri sera nel piazzale davanti al ristorante Primo Piatto di Civitanova nella zona industriale A. Il poliziotto è arrivato con la famiglia per cenare, però nel parcheggio litiga con un altro automobilista, il 20enne, per questioni legate alla sosta. Ad un certo punto il ragazzo tira fuori la pistola, poi risultata essere un giocattolo contro l’agente che cerca riparo e a quel punto il giovane si dilegua a bordo di una Mini Cooper. L’agente lo insegue e prende il numero di targa avvisando i colleghi del commissariato e anche i carabinieri. Viene così a sapere nel frattempo che l’auto è di proprietà di un ispettore di Macerata, ma che alla guida c’è il figlio di questo che viene poi condotto dal padre in commissariato una volta appresa la bravata. Accertamenti sono in corso per verificare se l’arma utilizzata fosse vera oppure no.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X