Giovane papà muore a 33 anni

CAMERINO - Giampietro Maccagnani si è spento ieri all'ospedale di San Severino in seguito ad una malattia. Lascia due figli piccoli e la moglie. Il ricordo della mamma di Giusy Bartilotta, la 25enne scomparsa la scorsa settimana: «Era stato ricoverato con lei, ora vi rincontrerete lassù». Alberto Maraviglia, capocaccia del gruppo del 33enne: «Era un ragazzo d'oro»
- caricamento letture

 

GiampietroMaccagnani_FF-3-650x646

Giampietro Maccagnani

 

Per circa un anno ha lottato contro un terribile male, ieri si è arreso: è morto all’ospedale di San Severino, dove era ricoverato, un giovane papà di Camerino, Giampietro Maccagnani, 33 anni. Dipendente Enel, appassionato di caccia fin da giovanissimo, lascia la moglie e due figli piccoli. La scomparsa del giovane dipendente Enel ha colpito i residenti della città ducale dove Maccagnani era molto conosciuto.

Muore a 33 anni un giovane papà. Da circa un anno lottava contro una malattia che non gli ha lasciato scampo. Giampietro Maccagnani si è spento ieri all’ospedale di San Severino, dove era ricoverato. Dipendente dell’Enel, lavorava nella città ducale ed era un grande appassionato di caccia. Maccagnani era sposato con Roberta Bernardini e la coppia aveva due figli: una bambina di 7 anni e un bimbo di 4. Circa un anno fa ha scoperto di avere un terribile male. I suoi famigliari gli sono sempre stati vicini durante la malattia. Il giovane lascia la mamma Luciana, il papà Tommaso, proprietario di un forno a Camerino, e la sorella Francesca. Durante i periodi di ricovero il giovane ha conosciuto Giusy Bartilotta la ragazza di 25 anni scomparsa lo scorso sabato, anche lei a causa di un terribile male. E proprio la madre della giovane, Nadia Chirielli, ha lasciato il suo ricordo su Facebook: «L’ho conosciuto alcuni mesi fa perché era ricoverato con mia figlia. Ora vi rincontrerete lassù». Alberto Maraviglia era invece il capocaccia del gruppo di Maccagnani: «Si può dire che è da una vita che andavamo a caccia insieme – dice –. Già prima che compisse 18 anni ci accompagnava. Per lui c’erano la famiglia, il lavoro e la caccia. Era un ragazzo d’oro, in tutto e per tutto». Il funerale del giovane è stato fissato per domani alle 10 a Vallicelle.     

Il dramma di Giusy, muore a 25 anni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X