Il dramma di Giusy,
muore a 25 anni

MATELICA - La ragazza era ricoverata all'ospedale di Torrette. A stroncarla una malattia. Il ricordo di una amica: «Ti terrò sempre nel cuore». Da fissare il funerale, in attesa dell'esame autoptico
- caricamento letture

giusy-bartilotta

 

Una lunga malattia ha spento per sempre il sorriso di Giusy Bartilotta, 25enne di Matelica, spirata oggi all’ospedale di Torrette, ad Ancona, dove era ricoverata. A piangerla i genitori e la sorella Jessica, il fidanzato, un mare di amici e tanti conoscenti, che hanno tifato per lei sino all’ultimo. Al momento non è ancora stata fissata la data dei funerali, poiché sul corpo della giovane sarà svolto un esame autoptico per accertare la causa precisa della morte. Una vita normale quella della ragazza, divisa tra la passione per il ballo, la musica, le fotografie di moda, le mille cose che possono appassionare una ventenne. All’improvviso la scoperta di una malattia, che sulle prime sembrava sconfitta, ma che di recente era tornata. La morte improvvisa, ha lasciato sotto choc l’intera città, incredula, che sperava in un epilogo a lieto fine. Tanti i messaggi di cordoglio sui social network. «Giusy un angelo in eterno, ti terrò sempre nel mio cuore, splendido sorriso», ha scritto una coetanea. «Ho pregato sino alla fine, mi mancherai, questa stella cometa si chiama Giusy, ti hanno voluta per forza in cielo», scrive un altro giovane amico. «Nevica sui ricordi, nevica su ciò che non si può capire e comprendere, ciao Giusy buon viaggio», scrive un altro giovane matelicese. Al cordoglio si è unito il comitato di quartiere San Rocco, dove vive la famiglia della giovane, che ha lasciato un messaggio di condoglianze: «Il comitato di quartiere San Rocco si unisce al dolore che ha colpito la famiglia della dolcissima Giusy. Pertanto domani la ruota dei giochi in piazza Garibaldi, resterà ferma in segno di lutto e rispetto».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X